Nemi: abuso edilizio sulle rive del lago in area protetta, sequestrato

I sigilli apposti su un'area di circa 300 metri quadrati dai carabinieri su disposizione del Gip. Otto le persone denunciate

I carabinieri appongono i sigilli sull'area sequestrata

Un abuso edilizio sulle rive del lago di Nemi in un'area sosttoposat a vincolo paeaggistico ed ambientale. Questo quanto scoperto dai carabinieri della locale stazione dei Castelli Romani, nel corso di una mirata attività di controllo lungo le sponde del Lago per contrastare il fenomeno degli abusi edilizi. Qui i militari dell'Arma hanno proceduto all’esecuzione del Decreto di Sequestro Preventivo emesso dal Giudice delle Indagini preliminari del Tribunale di Velletri, applicando i sigilli all’area localizzata sulle rive del Lago di Nemi di circa 300 metri quadrati ed ai relativi manufatti presenti.

OTTE DENUNCIATI - Otto le persone denunciate, tra cui il proprietario e committenti dei lavori, il titolare della ditta esecutrice dei lavori ed i relativi operai. L’attività è scaturita dal sopralluogo effettuato dai carabinieri della locale stazione in cui è stata accertata l’esecuzione di lavori di demolizione e ricostruzione di manufatti in area protetta e sottoposta a vari vincoli paesaggistici ambientali inserita nel Parco Regionale dei Castelli Romani in assenza di qualsiasi autorizzazione. 

ILLECITI DI NATURA AMBIENTALE - L’operazione, che rientra nelle attività di contrasto agli illeciti di natura ambientale sul territorio svolti dall’Arma, è stata condotta con la collaborazione del personale del Polizia Locale di Nemi e dei Guardiaparco del Parco Regionale dei Castelli Romani. 

Abuso edilizio lago di Nemi 2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Blocco traffico Roma: domenica 23 febbraio niente auto nella fascia verde

  • Coronavirus Roma: "Scuole chiuse? Fake news". Mezzi pubblici, via alla sanificazione

Torna su
RomaToday è in caricamento