Blitz dei vigili a Fontana di Trevi: nei tombini ombrelli e borse per sfuggire ai controlli

Sequestrati centinaia di ombrelli, accessori di telefonia e borse

Tombini come nascondiglio per la merce contraffatta: una modalità molto diffusa tra i venditori ambulanti utilizzata per recuperare gli oggetti più velocemente o nasconderli in caso di arrivo delle forze dell’ordine. Un modus operandi che non è sfuggito al controllo degli agenti del I Gruppo "ex Trevi" della Polizia Locale. Nelle vie che circondano Fontana di Trevi, gli agenti hanno rinvenuto diverse tipologie di prodotti, stipati all'interno dei tombini come centinaia di ombrelli, accessori di telefonia e numerosi sacchi contenenti borse con marchi contraffatti. Tutta la merce è stata sequestrata.
 
Decine di sequestri penali, tra cui borse e portafogli che riproducevano marchi noti, sono stati effettuati anche in viale Marconi dal Reparto Pics (Pronto Intervento Centro Storico). Un ambulante, intento alla vendita irregolare su pubblica via, ha opposto resistenza ai controlli, minacciando ripetutamente gli agenti. L'uomo, un cittadino egiziano di 50 anni, è stato deferito all'Autorità Giudiziaria per resistenza, minacce e per oltraggio a pubblico ufficiale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

Torna su
RomaToday è in caricamento