Agguato ai tifosi dell'Ardita, ai domiciliari 9 estremisti di destra

Il fermo 20 minuti dopo l'assalto. Si tratta di 9 persone già note alla Digos viterbese ed appartenenti all'area di estrema destra

Sono state fermate 9 persone per l'assalto ai tifosi dell'Ardita San Paolo avvenuto nella giornata di ieri, domenica 16 novembre, sugli spalti dello stadio di Magliano Romano. Gli aggressori, una quarantina secondo i testimoni, erano riusciti ad allontanarsi a bordo di alcune auto che sono state fermate dai carabinieri di Civita Castellana tra Faleria e Civita Castellana. Si tratta di 9 persone (6 giovani di Viterbo, due di Vitorchiano e uno di Soriano nel Cimino) già note alla Digos viterbese ed appartenenti all'area di estrema destra.

Il fermo 20 minuti dopo l'assalto. Immediata infatti è scattata la segnalazione al 112 che ha disposto dei posti di blocco. I sospetti, fermati, avevano in auto caschi e spranghe, nonché elementi che li rendevano riconduncibili all'agguato appena compiuto. Così i militari di Civita Castellana, diretti dal maggiore Stefano Leuzzi, hanno provveduto al fermo. Le indagini tuttavia non si fermano qui. E' infatti aperta la caccia agli altri componenti del gruppo di incappucciati che ha operato a Magliano Romano .

Per i 6 feriti intanto si chiarisce il quadro clinico. Il più grave è ancora ricoverato a Monterotondo. Ne avrà per 40 giorni. Per altri 3 invece diverse fratture, medicate direttamente in ospedale. Lievi ferite invece per i restanti due.

Non sono mancati i comunicati di solidarietà all'Ardita San Paolo. Uno dei primi è stato Gianluca Peciola, consigliere di Sel in Campidoglio: "E’ un fatto di una gravità estrema l’aggressione a sei tifosi della formazione di calcio popolare Asd Ardita da parte di un gruppo di 40 persone durante la partita della squadra a Magliano Romano. Le aggressioni e le intimidazioni da parte di formazioni neofasciste devono essere respinte e condannate con fermezza. La squadra di calcio popolare del quartiere San Paolo di Roma è stata colpita per il suo impegno sociale oltre che sportivo nel territorio. Chiediamo che venga fatta chiarezza su quanto accaduto e che i responsabili di questo atto di violenza vengano individuati. Esprimo piena solidarietà ai sei tifosi feriti". Nieri, vice sindaco: "Non mi avventuro in ipotesi sul perchè di una tale manifestazione di violenza, mi auguro semplicemente venga fatta al piu' presto chiarezza e che vengano trovati i responsabili di questo vile gesto".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento