Busta sospetta in chiesa: trovati 36mila euro nel confessionale, ipotesi "soldi sporchi"

Il misterioso rivenimento nella parrocchia di Santa Maria delle Fornaci a Gregorio VII. Indagini in corso

Il denaro trovato dai carabinieri nel confessionale della parrocchia

Una busta ha fatto scattare l'allarme. Mistero in una chiesa a Gregorio VII dove i carabinieri, intervenuti per una segnazione di un "plico sospetto", hanno trovato trovato invece 36mila euro in contanti lasciati nel confessionale. Lo strano rinvenimento all'interno della Chiesa Santa Maria delle Fornaci, a due passi da San Pietro.

Buste con 36mila euro in contanti nel confessionale 

La scoperta dopo la richiesta del prete che ha allertato i militari della Stazione Roma San Pietro. A seguito dell'ispezione, i militari dell'Arma hanno rinvenuto due buste di plastica contenenti, in totale, la grande cifra. I soldi erano impachettati in due buste. Erano 18 mazzette da 2mila euro. Sono stati ritrovati sotto la seduta del sacerdote e non nella postazione del penitente. Indagini in corso da parte dei Carabinieri per fare luce sull’insolito ritrovamento. 

"Stiamo verificando la provenienza delle matrici delle banconote e ci sono dei particolari che ci stanno facendo nascere qualche dubbio. Indaghiamo contro ignoti. Possiamo dire che non è denaro fresco. Valuteremo adesso anche le immagini delle telecamere di sorveglianza e cercheremo di capire se si tratta di un benefattore che voleva donare questo denaro alla Chiesa oppure di qualcuno che voleva disfarsene", ha detto il Comandante della Stazione dei Carabinieri di Roma San Pietro, il Luogotenente Salvatore Friano.

Ipotesi collegamento con rapina a portavalori

Insomma, secondo i Carabinieri quei 36mila euro potrebbero essere "soldi sporchi". Non si esclude, quindi, che il denaro possa provenire da ambienti della criminalità o che sia addirittura collegato con la rapina al portavalori avvenuta l'1 giugno in via Aurelia 1287.

Nel colpo, quattro banditi a volto coperto armati di mitragliette e fucili a pompa hanno assaltato alle 7 di mattina un furgone della Sipro che stava per fermarsi davanti a un supermercato per ritirare l'incasso settimanale. Il bottino complessivo del colpo è stato di 1 milione e mezzo di euro. Tutte le piste al momento restano valide.

Il parroco: "Mai vista una donazione così"

"Fino a qualche anno fa capitava che qualcuno lasciava delle offerte cospicue, anche mille euro, ma mai una cifra del genere". A parlare è Padre Giovanni Martire Savina, parroco di Santa Maria delle Grazie. I soldi erano impachettati in due buste. "Il pacco è stato visto prima da un sacerdote e poi raccolto da una nostra collaboratrice. È stato lasciato forse martedì - aggiunge - Certo una somma simile farebbe comodo alla parrocchia, ma questo non può andare a discapito di qualcun altro. Saranno i Carabinieri a stabilire cosa è accaduto". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

Torna su
RomaToday è in caricamento