Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

VIDEO | Caos a Fiumicino, è isteria collettiva: le biglietterie diventano il bersaglio della rabbia

Aeroporto nel caos dopo l'incendio. L'effetto domino innescato dai ritardi ha provocato ritardi, voli cancellati. Molti i passeggeri abbandonati a se stessi. Le immagini riprese con il cellulare finiscono in rete. Ecco la raccolta completa da YouReporter
Torna a VIDEO | Caos a Fiumicino, è isteria collettiva: le biglietterie diventano il bersaglio della rabbia

Commenti (2)

  • Gente da rinchiudere in un ospedale psichiatrico con la camicia di forza soprattutto quella spagnola del XXXYXY con la maglietta verde se mi fossi trovato li gli avrei dato una capocciata in bocca che te l'addobbavo lunga x terra.

  • Ma che vuoi commentare? Certamente la gente ha dato fondo a tutta la propria rabbia senza alcun freno inibitore ma è altrettanto certo che queste tre sprovvedute si sono trovate a fronteggiare - loro malgrado - l'ira dei viaggiatori al posto e per conto dei veri responsabili di tutto questo disagio che le hanno mandate al macello. I cittadini italiani, prima ancora dei cittadini stranieri, non meritano tutto questo e non è possibile continuare constatare il nascere e crescere e radicare di due completamente diverse immagini dell'Italia; l'Italia "virtuale" - si badi bene non quella che vorremmo ma quella che questi signori vogliono farci credere sia la nostra patria, quella delle belle maniere e dei discorsi programmatici ma sostanzialmente quella del mondo di mezzo che risponde esattamente a quella che ancora oggi istituzioni e mezzi di informazione - con la televisione di Stato in testa - vogliono far passare e l'Italia della quale fanno esperienza tutti i giorni i cittadini comuni; questa seconda Italia è quella nella quale siamo letteralmente costretti a vivere, senza alcun tipo di riconoscimento del disagio che tutti i giorni viviamo nel più completo abbandono. Purtroppo non abbiamo dei paladini che siano rimasti o si siano rivelati, in questi frangenti, in grado di aiutarci e, purtroppo la massa abbandonata alle proprie passioni tira fuori il peggio di se stessa senza minimamente scalfire l'apparato. Dovremo cercare di trovare, ed in fretta, i mezzi ed i metodi per opporre una resistenza da opporre a questa deriva che ben presto non ci farebbe più riconoscere a noi stessi.

Torna su
RomaToday è in caricamento