Bonus condizionatori 2019: come funziona

Tutto quello che c'è da sapere, in vista dei primi caldi, sul bonus per l'acquisto di un condizionatore

condizionatori

Ormai a primavera inoltrata, in tanti già sono proiettati alle vacanze estive. Ma prima di pensare ai bagni al mare o alle fresche passeggiate in montagna, è necessario ragionare, per tempo, su come affrontare al meglio il caldo in città. Nelle abitazioni di Roma, che con l'arrivo dell'estate si arroventano, è ormai impossibile pensare di vivere senza un condizionatore. Ecco allora tutto quello che c'è da sapere sul "Bonus condizionatori 2019". Perché rinfrescarsi con l'ausilio di un climatizzatore in casa può essere conveniente anche per il portafoglio.

Bonus condizionatori 2019: cosa bisogna sapere

Ormai sugli scaffali se ne vedono di tutti i tipi, ma quello che conta, in molti casi, è il prezzo. Ed in questo senso è utile sapere che c'è un bonus per l'acquisto. Non importa che la macchina sia in pompa di calore o per il riscaldamento, i contribuenti hanno diritto ad un'agevolazione. L'acquisto o la sostituzione di un condizionatore permette di ottenere una detrazione del 65% per condizionatori con pompa di calore ad alta efficienza energetica che sostituiscono l'impianto di riscaldamento esistente o l'impianto di climatizzazione. Al cittadino oppure all'impresa spetta una detrazione Irpef Ires con un tetto di spesa pari a 46.154 euro.

Bonus asilo nido 2019: via alle domande, come richiedere i 1500 euro

La detrazione è invece del 50% per un nuovo impianto a pompa di calore che punta al risparmio energetico e con una ristrutturazione edile, anche straordinaria. Il tetto massimo di spesa è di 96.000 euro fino al 31 dicembre 2019. Per poter richiedere la detrazione, tramite Modello 730 e Unico, l'acquisto del condizionatore deve essere eseguito con pagamenti tracciabili. Ricevute e fatture valgono come documentazione fiscale da conservare.

Sono previste anche altre agevolazioni. In caso di acquisto di una macchina a risparmio energetico o di sostituzione di un vecchio impianto a pompa di calore, l'IVA scende dal 22% al 10%. Attenzione però, la tassa sarà dimezzata solo per il costo del condizionatore e dell'installazione. Altra agevolazione, l'Ecobonus: permette di ridurre al 50% le spese effettuate per infissi, caldaie a condensazione o biomassa classe A, schermature solari.

Per avere maggiori informazioni ed istruzioni per richiedere il Bonus Condizionatori 2019 è possibile consultare la guida pubblicata sul sito internet dell'Agenzia delle Entrate: Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Maisons du Monde fa tris nella Capitale: nuovo punto vendita a Roma Nord

  • Maisons du Monde fa tris nella Capitale: nuovo punto vendita a Roma Nord

  • Idee per decorare la casa in autunno

  • Pulire il piano cottura: 5 modi infallibili per un risultato brillante (senza aloni)

  • Affittare casa a studenti universitari? Quali sono i contratti e come registrarli

Torna su
RomaToday è in caricamento