Affitti a Roma, l'indagine: aria condizionata, wi fi e prese elettriche sempre più importanti

Secondo un’analisi di Solo Affitti, nella scelta di un appartamento nella Capitale le dotazioni tecnologiche contano più del prestigio della zona

Aria condizionata, Wifi, parabola e molte prese per la corrente, sono le caratteristiche principali che deve avere un appartamento oggi per chi cerca casa in affitto a Roma. È quanto emerge da un’analisi sul mercato degli affitti nella Capitale realizzata da Solo Affitti, rete immobiliare specializzata nella locazione con 300 agenzie in Italia.

“La dotazione tecnologica delle case di oggi – spiega Carla Di Leonardo, titolare dell’agenzia  Solo Affitti di via Po – è ben diversa da quella di 20 anni, motivo per cui un salone con un buon impianto elettrico e la possibilità di disporre tv, piantane e altro nel modo più congeniale all’inquilino ha più appetibilità rispetto a uno con solo due prese, anche se in una zona prestigiosa”.

Cambiano le priorità e cambia di conseguenza anche l’assetto del mercato immobiliare romano: accanto alle zone centrali acquisiscono appetibilità zone decentrate ma con la possibilità di muoversi con facilità, non solo per il lavoro ma anche per una serata con gli amici. Il centro di Roma, invece, resta un mondo a se: “vie particolari o affacci unici fanno schizzare i costi alle stelle e non è raro che si arrivi anche a 1.500 euro per un monolocale in centro” sottolinea Di Leonardo. Nella zona Parioli, Pinciano, Trieste, il prezzo di un monolocale si aggira in media tra gli 800 e i 900, mentre per i bilocali sale tra i 1.000 e i 1.100. Per un quadrilocale in zona, invece, si raggiungono facilmente i 2.000 euro.

Spostandosi verso Vescovio o Africano, le cifre si abbassano leggermente nonostante l’appetibilità della zona, con l’apertura delle nuove fermate della metro e la vicinanza della Luiss. La perdita di importanza della componente immagine/prestigio si lega soprattutto alla predilezione per servizi vicini: “i Parioli ad esempio - spiega Carla Di Leonardo -lasciano il passo a quartieri come il Nomentano o Trieste-Salario, che offrono la vicinanza di servizi, ristoranti e locali pubblici”.  L’analisi di Solo Affitti evidenzia che, tra i quartieri emergenti, San Lorenzo sta acquistando popolarità tra i giovani professionisti in trasferta, che ne apprezzano l’ubicazione centrale e la vivacità.

Per quanto riguarda i canoni di affitto, i più bassi si registrano in periferia, dove il prezzo per un monolocale non arredato si aggira intorno ai 500 euro, che diventano 650 per i bilocali e oltre 700 per i trilocali. Se invece si cercano appartamenti già arredati, i canoni salgono sensibilmente e si arriva a 830 euro per un trilocale in periferia, mentre se ci si sposta verso il centro i prezzi raddoppiano per gli appartamenti con 3 vani (1.600 euro) e fino a 1.000 euro per un bilocale.

“Negli ultimi anni – sottolinea Di Leonardo – quello che si percepisce sempre di più è un approccio alla casa diverso: possederne una non è più una priorità, né rappresenta l’obiettivo finale di una coppia o una famiglia, a differenza di qualche anno fa. Oggi non è difficile imbattersi in famiglie che consapevolmente decidono di non acquistare pur avendone la possibilità, preferendo la tranquillità dell’affitto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Idee per decorare il giardino a Natale

  • Come addobbare casa a Natale in piena sicurezza

Torna su
RomaToday è in caricamento