Sartoria Politica

Sartoria Politica

"Roma stuprata" non è "solo degrado": Raggi alla conquista del Campidoglio

Dal web sono nati. La rete potrebbe essere letale. Passando per la tv, i Cinquestelle provano ad accelerare per la corsa al Campidoglio. Dopo aver perso quasi un mese per le comunarie, i pentastellati provano ora a recuperare il tempo perduto. Sulle pagine social viaggiano quasi all’unisono. Il diktat da Milano, dopo la prova sottotono nel salotto di in Mezz’ora, è arrivato forte e chiaro: il perimetro della comunicazione M5S è stretto.

Vietato sbagliare. Soprattutto per Virginia Raggi, ex consigliera in aula Giulio Cesare e che adesso è in corsa per la poltrona da sindaco della Capitale. Per lei studio matto e disperatissimo: dal programma al modo di comunicare. Con un debutto a suon di #Romastuprata e "Roma non è solo degrado". Due facce della medaglia di una stessa città. E di una chiara strategia comunicazione.

Il loro motto, in queste ultime settimane, è stato #RomaAiRomani, l’hashtag di riferimento: #VogliamoCheRoma. Per segnare unità, dopo i retroscena che narravano un MoVimento in preda alle correnti come il più classico dei partiti tradizionali, che tanto abiurano.

Le consultazioni online hanno visto trionfare l'ex consigliera comunale Virginia Raggi (con 1.764 voti, pari al 45,5% delle preferenze), seguita da Marcello De Vito con il 35% pari a 1.347 voti che sarà il candidato vice sindaco. Poi Enrico Stefàno con il 9,5%, pari a 369 voti, Paolo Ferrara al 6% con 233 voti e Teresa Zotta al 4% con 149 voti.

Virginia Raggi, nelle consultazioni non si è spinta oltre a un timido: “La vittoria non ci fa paura”. Ricordando l’esperienza in assemblea capitolina e usando hashtag come #candidato e #sindaco.
Marcello De Vito, sarà il candidato vicesindaco, nel video presentazione per le consultazioni online si spinge più in là: cita le idee, dai trasporti al territorio, e non disdegna slogan contro il commissario prefettizio della Capitale (#TroncaNonTradire). Ma se la prende anche il commissario del Pd Roma: #OrfiniRisponde. O attacca il premier Renzi dopo due anni di governo: #24mesidiballe.

Per la prima volta Roma, quindi, avrà un candidato sindaco donna. Avvocato e una dei quattro consiglieri uscenti del Movimento 5 Stelle, ha fatto una prima esperienza amministrativa e piace al guru Casaleggio e ad Alessandro Di Battista, membro del direttorio.

Durante la sua presentazione ufficiale alla stampa estera, Virginia Raggi ha parlato della costruzione dello stadio per la Roma e per la Lazio; di un referendum per la candidatura di Roma ai giochi olimpici del 2024; dei lavori per la Metro C, da portare fino al Colosseo.

Nel corso della sua permanenza nel consiglio comunale, Raggi ha lavorato con Sel e la sua galassia movimentista, con associazioni come la Ex Lavanderia, con occupazioni solidali di luoghi come l’ex Manicomio Provinciale Santa Maria della Pietà e si è occupata soprattutto di scuola e ambiente.

La 'moretta' - come la chiamano anche se a lei non piace l'appellativo - buca il video. Tutto il contrario di Marcello De Vito. Virginia Raggi punta tutto sullo slogan #RomaAiRomani declinato sulle piattaforme social, soprattutto su Twitter, su Mafia Capitale che ha portato ad elezioni anticipate e sul disfacimento dei partiti.

Gli attacchi sulla pratica in uno studio legale che annoverava tra i suoi clienti Cesare Previti non l'hanno scalfita. "Ero l'addetta alle file": con un po' di autoironia, dopo le minacce di querela per deformazione professionale - è un'avvocatessa - , ha comunicato su di una vicenda che poteva rappresentare il classico nervo scoperto.

Un centrodestra debole perché diviso, un centrosinistra alle prese con le primarie, una sinistra alla ricerca del suo sé: sono tutti vantaggi che lei intende sfruttare. Ha iniziato con le idee nella conferenza stampa di presentazione della sua candidatura. Aspettando la campagna totale di comunicazione che arriverà direttamente da Milano.

Sartoria Politica


Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Torna su
    RomaToday è in caricamento