• Perché la Nuvola è Sold-out

  • Il McDonald a Borgo Pio e l'identità della città: quanto pesa l'hamburger del Papa?

  • Il terremoto non è come una guerra, è la guerra

  • Periferie? Abbiamo un problema

  • E se la Sindaca raccontasse Roma a suo figlio?

  • Le elezioni e l'urbanistica, deve guadagnare chi investe o la città? I romani hanno scelto

  • Consumo di suolo, oltre le parole il nulla: i candidati preferiscono non guardare le carte

  • Tempo di primarie: il gazebo non è il cielo in una stanza

  • Il crollo del Flaminio e gli alberi sulla testa

  • Le parole colorate dell’abitare

  • Roma si racconta con 'stupore': le parole della città e quelle dell'ingegnere

  • Correre per uno stadio di calcio

  • Si può morire per tirar su uno Stadio di calcio?

  • A qualcuno piace Caudo? L’urbanistica non è una partita di pallone

  • Dall’utilità all’interesse: lo stadio della Roma e la fine della città pubblica

  • Un seminario formativo (?) per sondare Morassut come sindaco di Roma

  • A Portonaccio c’è un mondo magico

  • Questa è una domanda. Il libro di Militanta A su una scuola che parla all'abitare

  • Ognuno cerca il proprio gatto