Inverno alle terme: 10 indirizzi per rilassarsi vicino Roma

Ritagliarsi un momento di relax e benessere nei centri termali e nelle vasche naturali nei dintorni di Roma

Foto da Facebook

Concedersi qualche ora di relax, in una vasca calda, mentre fuori fa freddo, piove o magari nevica, per rendere il tutto incredibilmente magico. Le terme d'inverno sono ancora più belle, rimedio benefico allo stress, alla stanchezza, idea originale per staccare dalla routine, dai ritmi frenetici della città o per fare una romantica sorpresa al partner.

Terme in inverno a Roma e dintorni

Nei dintorni di Roma sono tante le terme dove andare nei mesi invernali. Cascate massaggianti, percorsi benessere, docce rilassanti, o semplicemente piscine naturali immerse nel verde, senza servizi, circondati solo dalla natura. 

I bacini termali da frequentare in inverno vicino Roma sono diversi. Si va dalla Ciociaria alla Tuscia e ci sono posti interessanti anche alle porte della Capitale. 

Terme di Stigliano

Sono tra le più frequentate nei dintorni di Roma e si trovano a soli 50 minuti dalla Capitale. Inserite in un rigoglioso parco, con panorama collinare rilassante e suggestivo, le Terme di Stigliano (a Canale Monterano) vantano 5 fonti termali da cui sgorga acqua di natura solfo-iodica ipertermale (da 36°C a 56°C). Tanti gli itinerari di benessere a disposizione degli ospiti, una zona relax con area tisaneria, una vasca termale semicoperta e l’idromassaggio termale dalle proprietà drenanti e rilassanti.
Per maggiori informazioni: https://www.termedistigliano.it/

Acque Albule, le Terme di Roma

Per tutti solo le Terme di Roma. Si trovano a Tivoli e sono frequentate per cure e giornate di puro relax. Un centro termale longevo, ristrutturato, che offre pacchetti di cure termali adeguati a diverse patologie, più una serie di percorsi benessere. Un punto di riferimento per tutti coloro che amano ritagliarsi qualche ora di relax senza allontanarsi troppo.
Per maggiori informazioni: https://www.termediroma.org/

Terme di Fiuggi

Tra le più note terme del Lazio ci sono senz'altro quelle di Fiuggi, bacino termale più antico della Ciociaria. E' possibile recarsi in due stabilimenti differenti: la Fonte di Bonifacio VIII, indicata per le cure termali da svolgere al mattino e la Fonte Anticolana per chi invece, vuole recarsi alle terme nel pomeriggio. 

Terme della Ficoncella

A 4 chilometri da Civitavecchia, su un altura, si trovano le Terme della Ficoncella, una sorgente ritenuta miracolosa ai tempi dei romani, ancora oggi molto frequentata e consigliata per cicatrizzare ferite, alleviare artriti, problemi gastrici, effettuare inalazioni e fangoterapia. Dotata di 5 vasche naturali con differenti gradi di temperatura che raggiunge, in quella più calda, i 60 gradi.
Per maggiori informazioni: https://www.facebook.com/Terme-Della-Ficoncella-1471292806436711/

Terme di Pompeo

A Ferentino, tra ulivi secolari e borghi antichi, si trovano le Terme di Pompeo, tra le 150 aziende certificate più antiche d'Italia. Un'oasi curata di relax e benessere dove dedicare del tempo a se stessi, in un centro termale olistico specializzato nella cura della persona intesa come Medicina del Benessere. Bagni, fanghi termali e possibilità di vivere un soggiorno nell'hotel Fontana Olente annesso alle terme.
Per maggiori informazioni: https://www.termepompeo.it/

Terme dei Papi

Andiamo a Viterbo per farvi scoprire le note Terme dei Papi, tra le più antiche di tutta Italia e tra le più note del territorio laziale. Presso le Terme dei Papi è possibile sottoporsi a trattamenti specifici, quali cure inalatorie, antroterapia in grotta naturale, percorso vascolare, linfodrenaggio e tanto altro. Ad attendere chi cerca benessere e relax, c'è una grandissima piscina termale monumentale e una spa dove sottoporsi a trattamenti corpo, viso, di coppia, massaggi e tanto altro.
Per maggiori informazioni:https://www.termedeipapi.it/

Terme delle masse di San Sisto

Ci spostiamo a Paliano, lungo la Cassia Sud, per scoprire le terme delle Masse di San Sisto. Bacino termale all'aperto, immerso nel verde, con 2 vasche in tutto, una con acqua calda e una con acqua tiepida, per permettere l'esperienza del cosiddetto "salto termico". Immerse nella natura, le terme delle Masse di San Sisto offrono servizi igienici, cabine per cambiarsi, docce e un piccolo punto per acquisto bevande.

Terme del Bagnaccio

A meno di 10 km da Viterbo sorgono le Terme del Bagnaccio, sorgenti termali gratuite, immerse nella natura. Sei vasche frequentabili anche in inverno per le elevate temperature, circondate da prati dove stendersi in estate a prendere il sole. Non aspettatevi tutte le comodità di un centro termale, ma, se cercate terme allo stato brado, dove dimenticarvi di tutto (impegni, lavoro, preoccupazioni), questo è il posto giusto. Per maggiori informazioni: https://www.facebook.com/bagnaccio/

Piscine Carletti

Ecco altre terme libere, gratuite, selvagge, con possibilità di sosta per camper: si tratta delle Piscine Carletti a Viterbo. Qui l'acqua ha una temperatura di circa 60 gradi centigradi che le rende piacevoli anche in inverno. L'area è immersa nel verde e gode di un parcheggio ampio non custodito.

Terme di Bulicame

Simili alle precedenti, naturali, libere, gratuite, non controllate, sono le cosiddette Terme di Bulicame, situate lungo la Stada Bulicame a circa 2,5 km da Viterbo. Due sono le vasche a disposizione, una circolare più piccola e una dalla forma allungata più grande. Non ci sono servizi nelle vicinanze, ma c'è un piccolo parcheggio non custodito. Vicino alla sorgente è presente una stele con dei versi della Divina Commedia in cui viene citato il Bulicame. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Coronavirus: a Roma 58 nuovi positivi, 2914 casi nel Lazio. Record di guariti nelle ultime 24 ore

  • Roma, dove ha colpito di più il Coronavirus? Ecco la mappa dei contagi nei municipi

  • Terremoto Roma: nella notte scossa di magnitudo 3, epicentro ad est della Capitale

  • Coronavirus: a Roma 54 nuovi positivi, si abbassa il trend dei contagi. Nel Lazio 3095 casi da inizio epidemia

  • Coronavirus, a Roma 45 nuovi contagiati: 3600 casi nel Lazio da inizio epidemia. "In continua crescita i guariti"

Torna su
RomaToday è in caricamento