"Nascere", il Fatebenefratelli presenta la guida per il rientro a casa

Nasce la prima guida multimediale per supportare mamme, papà e neonati dopo le dimissioni dall'ospedale

Nasce a Roma, nei reparti maternità degli Ospedali Fatebenefratelli “Isola Tiberina” e “San Pietro”, la prima guida multimediale italiana per il rientro a casa di neo-mamme e neo-papà con i loro piccoli, dopo il parto. La presentazione ufficiale, aperta al pubblico e alla stampa, si è svolta oggi, 5 dicembre 2019, nella Sala Assunta del Fatebenefratelli all’Isola Tiberina, cui è seguito, per mamme e papà, il corso gratuito teorico-pratico di manovre salva-vita pediatriche del dottor Marco Squicciarini.

Con oltre 7500 parti complessivi - 3293 all’Isola e 4242 al S. Pietro - (dati PNE 2018), i due ospedali targati “Fatebenefratelli”, punto di riferimento per la salute di molte donne e famiglie, registrano insieme il record di nascite annuali sul territorio nazionale.

La guida per il rientro a casa

Il nuovo format audiovisivo, “Nascere: guida per il rientro a casa”, ideato e realizzato da “Studiomaker”, vuole offrire soluzioni sulle questioni che più frequentemente preoccupano i neo-genitori al rientro in famiglia dopo le dimissioni ospedaliere, attraverso la voce diretta degli specialisti dei due Ospedali.

Dall’allattamento, al sonno del neonato, al bagnetto, fino allo svezzamento, anche attraverso il vissuto di una giovane coppia seguita nelle prime fasi della vita domestica dopo la nascita del bambino, gli specialisti saranno pronti a rispondere alle domande più frequenti per continuare il processo di cura e di assistenza ugualmente quando il neonato è stato dimesso. La video-guida si pone dunque l’obiettivo di fornire finalmente un canale con tantissime informazioni credibili, scientificamente corrette e costantemente aggiornate attraverso cui sciogliere tutti quei dubbi che invadono la mente dei neo-genitori.

La guida, offerta gratuitamente in DVD alle donne che hanno appena partorito in Ospedale, potrà essere consultata anche on line sul sito www.fatebenefratelli-isolatiberina.it e sulla pagina web dedicata www.nascererientroacasa.it. I video saranno così a disposizione di tutte le mamme, non solo di quelle che partoriranno nelle strutture Fatebenefratelli.  

"Questo progetto si inserisce a pieno titolo nel percorso pensato dal nostro Ospedale per tante donne e coppie già prima del concepimento, allo scopo di offrire un’assistenza a 360 gradi prima, durante e dopo il partocommenta Stefano Michelini, Direttore Generale al Fatebenefratelli-Isola Tiberina il nostro è un centro nascite storico, ma sempre al passo con i tempi, che si avvale di professionisti delle varie specialità, dalla genetica medica alla ginecologia, all’ostetricia, alla pediatria, alla terapia intensiva, in grado di offrire con strumenti e tecnologie sempre all’avanguardia, la migliore assistenza. L’accompagnamento a casa è un altro importante tassello della nostra vocazione assistenziale che, in armonia con i valori del Fatebenefratelli, vuole offrire un’ospitalità globale capace di andare incontro ad ogni esigenza dei nostri assistiti, in tutti i momenti e le situazioni della vita, particolarmente in quello che più ci caratterizza, ovvero la nascita.  Abbiamo il privilegio di essere i primi ad offrire alle mamme questo nuovo prodotto multimediale a larga diffusione, di grande utilità, e di condividere questa iniziativa con l’Ospedale San Pietro, che rappresenta parimenti un’eccellenza, e con cui condividiamo orgogliosamente il nome e la vocazione Fatebenefratelli".  

Fra Gerardo D’Auria, Superiore della Provincia Romana dei Fatebenefratelli e Presidente dell’Ospedale San Pietro, sottolinea che il progetto rispetta il carisma dell’Ordine per l’attenzione all’area materno-infantile. L’Ospedale San Pietro è il terzo polo nascite in Italia e l’iniziativa ben si coniuga con lo spirito e le finalità dei Fatebenefratelli. 

La sfida più impegnativa del genere umano fino ad oggi non aveva alcun libretto di istruzioni - commenta Laura Ricci, ideatrice e produttrice della guida - ripensando ai momenti di smarrimento quando tornai a casa, soprattutto con il mio primo figlio, ho trovato l’ispirazione per questo nuovo e ambizioso progetto”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune di Roma assume, 1512 i posti a disposizione: ecco il concorsone

  • Blocco traffico, a Roma diesel fino a Euro 6 vietati anche venerdì 17 gennaio

  • Blocco traffico: a Roma oggi niente auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • Blocco auto: chi può circolare a Roma domani 19 gennaio

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Le mani della 'Ndrangheta su San Basilio: spaccio modello Scampia da 15.000 euro al giorno

Torna su
RomaToday è in caricamento