Saltare i pasti, quando fa male e perché

C'è chi lo fa dopo un'abbuffata, chi per mancanza di tempo, chi per dimagrire in fretta. Ma saltare i pasti non è mai un'abitudine corretta. Vi spieghiamo perché...

Saltare i pasti è un'abitudine che in molti hanno. Le motivazioni di questa scelta possono essere differenti. C'è chi salta un pasto dopo una ricca abbuffata perché sente il bisogno di disintossicarsi. Chi lo fa per mancanza di tempo: ad esempio salta la colazione al mattino per arrivare in tempo in ufficio, o il pranzo in una giornata troppo frenetica. E, infine, c'è chi salta un pasto per dimagrire in fretta o per problemi di depressione, anoressia, inappetenza (ma questi sono casi limite, ovviamente).

Saltare i pasti fa male

Vogliamo chiarire sin da subito che, qualunque sia la motivazione, saltare i pasti è sempre sconsigliato. Condurre una dieta disordinata, con tante ore senza mangiare, non fa mai bene, neanche nel caso in cui si opti per questa scelta dopo una ricca mangiata. Meglio depurarsi con una centrifuga detox, con un piatto di verdura o di frutta, piuttosto che rimanere digiuni. 

Tutti i dietologi e i nutrizionisti consigliano di seguire un'alimentazione sana ma scandita da alcuni ritmi: 3 pasti principali e 2 spuntini solitamente. Anche nel caso in cui si voglia perdere peso, lo si deve fare mangiando, ovviamente abbassando il numero di calorie, prestando attenzione ai condimenti, evitando alcuni cibi ma mai e poi mai saltando pasti interi. 

Quando e perché non saltare i pasti

Si sconsiglia di saltare i pasti, in diverse situazioni, per ragioni ben precise:

  • Dopo una mangiata importante, meglio non saltare il pasto, ma diminuirlo, altrimenti si arriverà al pasto successivo con una fame eccessiva
  • Se si deve praticare attività fisica, non bisogna assolutamente saltare i pasti, ma piuttosto seguire una dieta adatta al tipo di sport/disciplina che si svolge
  • Saltare i pasti per dimagrire: come già accennato sopra è questa un'abitudine sbagliata che, alla lunga, potrebbe portare anche a gravi conseguenze (tra cui l'anoressia)

Quali pasti non saltare mai

Ci teniamo, inoltre, a sottolineare che - stando a quello che dietologi e nutrizionisti sostengono - non c'è un pasto che più degli altri può essere saltato. Dalla colazione alla cena tutti i pasti nell'arco della giornata hanno la loro funzione ed importante. Attenzione, a questo proposito, a non sottovalutare gli spuntini, centrali in ogni dieta, che aiutano l'organismo a ritrovare energie senza arrivare troppo affamati al pasto successivo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Incidente via Colombo: auto in un fosso, trovata morta ragazza di 28 anni

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • Maratona via Pacis a Roma, domenica 22 settembre strade chiuse in centro. Deviate 60 linee bus

Torna su
RomaToday è in caricamento