Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

VIDEO | Sgombero Caravaggio, pronte le barricate: “Ci sarà la città a difendere queste famiglie”

Le immagini dal palazzo occupato di viale del Caravaggio, dove movimenti per il diritto all'abitare ed occupanti spiegano i motivi di una annunciata resistenza “ad ogni costo” allo sgombero

 

Vecchi mobili, legno, ferro. Tutto quello che sono riusciti a trovare, mettere insieme, ora si trova davanti a tutti gli accessi al palazzo occupato. Dal tetto di vedono sanitari, pezzi di elettrodomestici. Le barricate sono ormai pronte al palazzo di viale del Caravaggio, Tor Marancia

“C’è una rete sociale e solidale che si è ormai creta intorno alle circa 400 persone che vivono qui e che combatteranno con ogni mezzo necessario per scongiurare lo sgombero”. Resistenza. Si può riassumere così la conferenza stampa organizzata alle 12 di martedì 27 agosto, davanti al cancello dell’occupazione di viale del Caravaggio.

Struttura sotto sgombero con le carte già sul tavolo delle istituzioni locali e Prefetto da tempo, per la quale il Campidoglio annuncia soluzioni e alternative disponibili per le famiglie. Misure ritenute insufficienti: “Il diritto alla casa è di tutti, soprattutto per chi vive uno stato di profonda difficoltà economica - dice Anna, occupante da molti anni di viale del Caravaggio -. Non ce ne andremo di qui senza una vera alternativa, dignitosa”. “Lo abbiamo ribadito con un comunicato ufficiale, letto durante la conferenza, e lo confermiamo con forza, faremo resistenza - spiega Luca dei Movimento per il diritto all’Abitare -, il contributo affitto non è nemmeno commentabile perchè uno strumento assolutamente non adeguato alle esigenze di chi è sotto sgombero. Poi la cosa centrale, non ci sono le case, queste famiglie hanno bisogno di una casa”.

Accanto ai movimenti e agli occupanti anche la Cgil, Libera. Rete dei numeri pari, Acrobax, Medicina solidale. “Da oggi questa rete sociale sarà qui in maniera permanete, accanto a queste famiglie”, sottolinea Giuseppe De Marzo di Libera. Mentre giovedì 29 agosto si riunirà il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza in Prefettura.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento