Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Resto a casa, ovvero in strada: l'emergenza Coronavirus tra gli ultimi

Il giro fatto insieme ai volontari del comitato Roma 6 di Croce Rossa, dalla Casa della Misericordia ai senzatetto della zona del VI municipio

 

C’è Paolo (nome di fantasia) che da sette anni vive in un’auto nella zona di Finocchio. Poi Maria (nome di fantasia) che dorme alla stazione della metro C di Borghesiana. Ma anche la giovane coppia che da tempo staziona in un parchetto di Villaggio Prenestino e che dorme all’interbo di un manufatto di fortuna. E i bisognosi che ogni giorni ritirano pacchi alimentari e cenano a La Casa della Misericordia gestita da Don Luca.

Storie di povertà, disperazione e tristezza. Vite messe a dura prova, ancor di più da quando l’emergenza Coronavirus si è trasformata in perdita di lavoro, o mette a rischio la vita di chi una casa, ai tempi di quarantena, non ce l’ha. Queste sono solo alcune delle persone a cui forniscono assistenza i volontari dell’unità di strada di Croce Rossa del Comitato Roma 6 con cui Roma Today ha potuto fare un giro. In una periferia est della Capitale tanto popolosa quanto povera.

Ad accompagnarci, insieme al presidente del comitato Raffaele Tamalio, ci sono Roberto Capitani (delegato sociale), Luigi Cirulli, Luca Gobbi, Fabrizio Orzella, Vaira Giacconi, Alessia Di Giovanni, Annunziata Mammetti e Damiano Malgangi. “La paura (per il virus, ndr) per noi è relativa, se usiamo tutte le accortezze del caso - dice Roberto -, troppo importante quello che facciamo per queste persone, soprattutto in un momento di emergenza come questa in cui esserci è fondamentale”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento