Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fase due all'insegna del plexiglass: aziende pronte, ma mancano le indicazioni del governo

La riconversione di un'azienda da grafiche e allestimenti pubblicitari e installatori di plexiglass

 

“Lavoriamo con stampe e allestimenti pubblicitari, dagli eventi fieristici a quelli sportivi, rischiavo quindi di dover chiudere. Ma con questa riconversione abbiamo scongiurato il peggio”. A parlare è Giorgio Viscione, titolare di un'azienda che opera da 11 anni nella zona di Casal Lumbroso di Roma, e che con l’arrivo dell’emergenza Covid ha deciso di investire tutti i suoi sforzi nella costruzione e installazione di pannelli “anticoronavirus”. 

“Abbiamo ovviamente dovuto fare un investimento, di materiali come di personale e nuove tecnologie, in un momento molto rischioso - spiega Viscione -, ma per fortuna stiamo lavorando, il fatturato è sempre lo stesso, ma già questo è un risultato”.

Dopo l’allestimento dei pannelli in pvc trasparenti all’interno di taxi e vetture ncc (che va avanti e che può fare con una certificazione), l’azienda di Viscione si è concentrata nella lavrazione dei pannelli in plexiglass antifiato per i negozi. In attesa di direttive più dettagliate, ha iniziato i primi prototipi per i ristoranti e i locali: “Lo stiamo facendo a spese nostre, nell’attesa di poter dare ai nostri clienti risposte più concrete - sottolinea -. Sono soprattutto tavole calde, parrucchieri e centri estetici a rivolgersi a noi, proprio perchè hanno la necessità di ottimizzare costi e spazi”.

Mentre la materia prima, il plexiglass, rischia di diventare introvabile con i prezzi che stanno già arrivando alle stelle. “Per questo il Goverrno deve sbrigarsi a dare le direttive giuste, per permettere a tutti di poter riaprire in sicurezza, e a noi di soddisfare le richieste”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento