Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Emergenza casa, cinque donne incatenate al Dipartimento: "Devono darci risposte"

Le stesse cinque donne si erano incatenate sotto il Campidoglio ottenendo un incontro con il vice capo di Gabinetto della Sindaca Raggi, senza però aver ottenuto soluzioni

 

Marina, Monica, Pina, Anna Maria, Sara. Ancora loro, ancora in catene. Il motivo è sempre lo stesso: avere soluzioni per la loro emergenza abitativa. Donne che in un modo o nell’altro hanno perso casa o rischia di perderla. C'è chi ha ottenuto il buono casa ma, siccome il Comune non paga l’affitto, ora rischia lo sfratto. Chi invece si ritrova a vivere all’interno di un’occupazione per non finire in mezzo ad una strada.

Un blitz al dipartimento Patrimonio del Comune di Roma, organizzato dal sindacato Asia Usb, per “chiedere soluzioni vere - dice Maria Vittoria Molinari di Asia Usb -, per incontrare il nuovo dirigente che prenderà il posto di Barletta, mandato via dopo lo sgombero di cardinal Capranica, e verificare se davvero ci sarà un cambio di passo perla gestione delle case popolari in questa città”. 

Dopo l’arrivo delle forze dell’ordine, la contrattazione delle parti e l’incontro di una delegazione con l’avvocature del dipartimento: "Abbiamo portato le istanze die queste donne - conclude Molinari -, il prossimo incontro sarà il primo agosto e confidiamo in una concreta apertura verso la soluzione definitiva".

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento