Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Tg Roma e Lazio, le notizie del 5 giugno 2019

 

Ecco i titoli del Tg Lazio dell'edizione di oggi: www.dire.it

GOVERNO NON AFFRONTA DECRETO CRESCITA, 'SALVA ROMA' SALTA ANCORA

Il governo non ha portato oggi in commissione alla Camera il pacchetto di emendamenti sul decreto Crescita, che comprende la cosiddetta norma 'Salva Roma'. Le commissioni Bilancio e Finanze di Montecitorio non hanno dunque potuto continuare i lavori e torneranno a riunirsi lunedi' prossimo. Due giorni fa la sindaca di Roma, Virginia Raggi, aveva lanciato un ultimatum: "Se preferiscono continuare a salvare le banche invece che difendere i risparmi dei romani e degli italiani lo dicano subito, perche' la nostra pazienza e' finita". 

ENTRO NATALE SENTENZA PROCESSO BIS SU MORTE STEFANO CUCCHI 

Si concludera' entro Natale il processo bis in Corte d'Assise sulla morte di Stefano Cucchi, che vede imputati 5 carabinieri, 3 dei quali per omicidio preterintenzionale. Salvo cambi di programma, il 14 e 26 giugno saranno sentiti i consulenti medici di parte. Il 19 luglio e' invece prevista la requisitoria del pm Giovanni Musaro', quindi tocchera' alle parti civili. A fine novembre si dovrebbe arrivare alla sentenza. E' stata intanto archiviata la posizione di tre indagati: il comandante dei Carabinieri della compagnia Montesacro, Nico Blanco, il maresciallo Roberto Mandolini e l'avvocato Gabriele Giuseppe Di Sano. 

IN FIAMME UN COMPATTATORE AMA IN VIA LONGONI: NESSUN FERITO 

Un compattatore dell'Ama e' andato in fiamme questa notte, in via Longoni, nella zona est di Roma. Distrutta dal rogo la cabina di guida. Nessuna conseguenza per l'autista. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco e la Polizia del commissariato Romanina. Intanto continua l'emergenza rifiuti. Alcune zone della Capitale, dal centro alla periferia, stanno facendo i conti con la mancata raccolta e con l'aria divenuta irrespirabile anche a causa dell'arrivo del caldo. 

ROMA, INVESTÌ MOTOCICLISTA E FUGGÌ: TROVATO E DENUNCIATO 43ENNE

E' stato individuato il pirata della strada che il 23 marzo scorso, sulla via Cassia, aveva travolto un motociclista, un agente di polizia. Il centauro, da subito apparso in gravi condizioni, era stato trasportato al Gemelli con fratture multiple. Dopo complesse indagini, gli investigatori sono riusciti a risalire a un cittadino peruviano di 43 anni, che ha subito ammesso le proprie responsabilita' rivelando la posizione dell'autovettura che era stata abbandonata. L'uomo e' stato denunciato per lesioni gravi. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento