Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Tg Roma e Lazio, le notizie del 4 novembre 2019

 

Ecco i titoli del Tg Lazio dell'edizione di oggi: www.dire.it

MALTEMPO, CENTINAIA DI INTERVENTI A ROMA PER ALLAGAMENTI

Allagamenti, alberi caduti, strade chiuse. L'ondata di maltempo che si e' abbattuta ieri sulla Capitale ha creato non pochi problemi ai romani questa mattina. Pesanti i disagi alla circolazione in molte zone, compreso il centro storico, complice anche le celebrazioni per la Giornata delle Forze Armate. Chiuso alcune ore, per allagamento, il tunnel sotto la stazione Tiburtina. Centinaia gli interventi dei Vigili del Fuoco, della Polizia locale e dei volontari della Protezione civile regionale nella Capitale e ad Ostia.

OMICIDIO LUCA SACCHI, ATTESA PER AUDIZIONI DECINA DI TESTIMONI

Sono una decina i testimoni che potrebbero essere ascoltati nei prossimi giorni dalla Procura di Roma che indaga sull'omicidio di Luca Sacchi, il 24enne ucciso con un colpo di pistola alla testa la sera del 23 ottobre nella zona di Colli Albani. Il pm Nadia Plastina e' in attesa dei tabulati di tutti gli operatori telefonici collegati alle utenze di chi era presente o era collegato alla scena del crimine. Tra le persone ascoltate non e' escluso che possa comparire anche la fidanzata Anastasiya.

STADIO ROMA, LETTERA DIFFIDA COMITATI A CONSIGLIERI: STOP ITER

Una decina di Comitati di cittadini e associazioni hanno scritto una lettera di diffida ai consiglieri dell'Assemblea capitolina a proseguire nell'iter di approvazionedel progetto del nuovo stadio della Roma a Tor di Valle. Secondo i comitati - che hanno indetto una conferenza in Campidoglio intitolata 'Basta con il malaffare a Tor di Valle' - ci sarebbero "gravi responsabilita' e forti rischi per i consiglieri comunali qualora dessero corso alla variante e alla convenzione urbanistica". Presenti anche i consiglieri capitolini di Sinistra X Roma, Stefano Fassina, e del Gruppo misto, Cristina Grancio.

DA SANITÀ A OPEN DATA E AMBIENTE, ECCO NUOVO DATA CENTER REGIONE

Centoquaranta km di fibra e mille di rame per migliorare i servizi informatici rivolti ai cittadini, dalla sanita' al lavoro, dalla cultura al turismo. E' il nuovo data center della Regione Lazio presentato oggi dal governatore, Nicola Zingaretti. L'opera, costata 25 milioni di euro di fondi europei, produce un risparmio annuo di 2,5 milioni tra locazioni, logistica, licenze e servizi. "In questo modo superiamo l'attuale frammentazione sul territorio di data center e societa' partecipate- ha spiegato Zingaretti- e rispettiamo il piano triennale dell'Agenda digitale nella Pubblica amministrazione". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento