Tg Roma e Lazio, le notizie del 29 novembre 2018

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Ecco i titoli del Tg Lazio dell'edizione di oggi: www.dire.it

SI SGONFIA MOZIONE SFIDUCIA A ZINGARETTI, SABATO IL VOTO 

Si sgonfia la mozione di sfiducia presentata dal centrodestra contro il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che sara' discussa in Aula sabato mattina. Il Movimento 5 Stelle non ci sara', come annunciato dalla capogruppo, Roberta Lombardi, che ha parlato di "autogol" del centrodestra. Dopo le dichiarazioni contrarie del consigliere del gruppo Misto, Enrico Cavallari, e del coordinatore regionale di Forza Italia, Claudio Fazzone - che ha sottolineato di voler evitare figuracce - il voto sembra quindi destinato a ratificare la fiducia dell'Aula della Pisana a Zingaretti. 

NCC IN PIAZZA A ROMA: A RISCHIO 200 MILA POSTI DI LAVORO 

Piazza della Repubblica gremita questa mattina per la protesta degli Ncc arrivati da tutta Italia. In piazza gilet gialli, bandiere, striscioni e fumogeni tricolori. Sotto accusa la legge 29/92 in proroga dal 2009, che con il governo gialloverde potrebbe diventare esecutiva. Il provvedimento obbligherebbe gli Ncc a rientrare nella rimessa di provenienza tra un servizio e l'altro. "In questo modo si mettono a rischio 200 mila posti di lavoro" hanno spiegato gli autisti, che hanno detto di essere pronti a proteste molto piu' eclatanti. 

A MONTECITORIO PROTESTA RESIDENTI ROMA NORD CONTRO TMB SALARIO 

La battaglia dei cittadini della periferia nord di Roma contro i miasmi dell'impianto Tmb Ama di via Salaria e' arrivata in Parlamento. Questa mattina i residenti di Villa Spada e Fidene, capitanati dal presidente del III Municipio, Giovanni Caudo, si sono ritrovati di fronte a Montecitorio per consegnare ai parlamentari la relazione critica dell'Arpa sulla struttura di trattamento dei rifiuti. "Si tratta di una battaglia politica trasversale- ha spiegato Caudo- Abbiamo esposto al vicepresidente della Camera, Fabio Rampelli, i dati della relazione che sono molto gravi. Bisogna prendere atto che l'impianto li' non puo' stare". 

ZINGARETTI: 491 BENI CONFISCATI A MAFIE TORNANO A CITTADINI 

"Da oggi 491 beni confiscati alle mafie tornano in mano ai cittadini". Lo ha annunciato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, a margine di un incontro al Viminale, alla presenza del ministro dell'Interno, Matteo Salvini. Il governatore ha quindi spiegato che sono gia' partiti i primi 11 progetti di riconversione di questi luoghi, e ci sara' un nuovo bando da 1 milione di euro. Zingaretti ha fatto sapere, infine, che "la villa dei Casamonica che avevamo iniziato ad abbattere alcuni giorni fa, e' distrutta, non c'e' piu'. Adesso partira' la progettazione e il finanziamento per la costruzione del parco per i bambini".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • Cronaca

    Salaria: esplosione in un distributore di benzina, due morti. Uno è un Vigile del Fuoco

  • Cultura

    Macabre bambole viventi terrorizzano i passanti

  • Cultura

    VIDEO | Il Natale arriva a Roma, luci accese all’albero di piazza Venezia e via del Corso

  • Politica

    Casamonica, è Salvini show: il ministro sulla ruspa per buttare giù una villa alla Romanina

Torna su
RomaToday è in caricamento