Premio spighe verdi 2019, a Roma premiati 42 comuni rurali per la produzione agricola

Le “Spighe Verdi” per i comuni rurali sono state annunciate da FEE Italia- Foundation for Enviromental Education e Confagricoltura oggi a Roma, presso Palazzo della Valle, sede di Confagricoltura.

“Spighe Verdi” è un programma FEE, pensato per guidare i Comuni rurali, passo dopo passo, a scegliere strategie di gestione del territorio in un percorso che dia benefici all’ambiente e alla qualità di vita dell’intera comunità. 42 le località rurali premiate per la quarta edizione del riconoscimento Spighe Verdi 2019.

Gli obiettivi

In un progetto che tende a coprire e ad investire su più di meta del territorio, chiarificatori sono stati gli interventi del presidente di FEE Italia e del presidente di Confagricoltura. Tenendo presente che all’incirca il 60% del territorio nazionale è agricolo, si ha la conferma che il progetto, come ha affermato Claudio Mazza presidente di FEE, si pone come obiettivo quello di stimolare i comuni rurali ad una condizione sostenibile del territorio. Riuscire a creare una valida collaborazione tra amministratori locali e agricoltori così da valorizzare il territorio e renderlo fonte d’investimento a carattere multinazionale. Un concetto sostenuto anche da Massimiliano Giansanti, presidente di Confagricoltura. “Sono sempre di più i comuni che hanno fatto della sostenibilità la loro grande occasione e dell’agricoltura il settore da cui far partire questa rivoluzione culturale, evidenziando una crescita del marketing attraverso il giusto uso delle risorse del territorio. Un’idea di eco-marketing che ci riporta a ritroso nel tempo, circa trent’anni fa quando nacquero i Comuni Bandiere Blue.

Le strategie

FEE Italia e Confagricoltura hanno condiviso un set di indicatori in grado di fotografare le politiche di gestione del territorio e indirizzarle verso criteri di massima attenzione alla sostenibilità. Tra i criteri scelti e sui i quali si è lavorato per finalizzare gli obiettivi preposti emergono la partecipazione pubblica; l’educazione allo sviluppo sostenibile, il corretto uso del suolo, la presenza di produzioni agricole tipiche, la sostenibilità e l’innovazione in agricoltura, la qualità dell’offerta turistica, l’esistenza e il grado di funzionalità degli impianti di depurazione; la gestione dei rifiuti basata sulla raccolta differenziata, la valorizzazione delle aree naturalistiche presenti sul territorio. Tutti fattori a cui FEE Italia e Confagricoltura hanno dato rilievo primario nello svolgere un lavoro che portasse ad una rivalutazione del territorio capace di sfruttare nuove risorse di marketing.  

Le 42 Spighe

Dalla Veneto alla Puglia, dal Trentino alla Sicilia, ecco le 42 “Spighe Verdi” premiate all’interno delle 13 regioni italiane. In Abruzzo sono state premiate Tortoreto, Giulianova, Roseto degli Abruzzi (Teramo). In Calabria premiata Trebisacce, (Cosenza). In Campania premiate Massa Lubrense, (Napoli); Positano, Agropoli, Ascea e Pisciotta (Salerno). Nel Lazio compaiono per la provincia di Roma i comuni di Canale Monterano e Anguillara Sabazia. Per il comune di Latina invece sono stati premiati Pontina e Gaeta. In Liguria premiata Lavagna (Genova). Nelle Marche sono emersi per questo riconoscimento i comuni di Mondolfo (Pesaro Urbino), di Numana (Ancona), di Matelica, Montecassiano ed Esanatoglia (Macerata) e Grottammare (Ascoli- Piceno). In Piemonte s’aggiudica le spighe verdi per i comuni di Pralormo (Torino), Alba, Santo Stefano Belbo, Vicoforte (Cuneo), Caneelli (Asti), Volpedo (Alessandria). In Puglia riceve il premio il comune di Castellaneta (Taranto), Ostuni e Carovigno (Brindisi) e Andria (Barletta-Andria-Trani). In Sicilia viene premiato il comune di Ragusa, mentre per la Toscana compaiono in premiazione Castellina in Chianti (Siena), Bibbona e Castagneto Carducci (Livorno) e Fiesole (Firenze); mentre nella provincia di Grosseto, premiate Massa Marittima e Castiglione della Pescaia. In Trentino, nella provincia di Trento, premiata Cavareno. Nella provincia di Perugia premiata Montefalco (Umbria) Infine il  Veneto, spighe assegnate al comune di Caorle (Venezia), Montagnana (Padova) e Porto Tolle (Rovigo).

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento