Il mare per tutti: Ronald McDonald e Bambino Gesù lanciano il progetto "Spiaggia Libera tutti!"

Il progetto per consentire l’accesso al mare ai piccoli degenti della struttura ospedaliera di Palidoro

Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald e l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù hanno lanciato oggi via al progetto "Spiaggia Libera Tutti!", per consentire agli ospiti della Casa Ronald Roma Palidoro e ai bambini in cura presso la struttura ospedaliera di poter accedere a una spiaggia inclusiva e attrezzata anche in caso di disabilità, in via della Torre di Palidoro a Fiumicino (RM).

Attraverso “Spiaggia Libera Tutti!”, gli ospiti della Casa Ronald Roma Palidoro e i piccoli degenti dell’Ospedale Bambino Gesù di Palidoro possono trascorrere a titolo completamente gratuito una giornata al mare con le proprie famiglie, lontani dai luoghi di cura e in uno spazio che vuole regalare alle famiglie e ai bambini ospiti di Casa Ronald Palidoro momenti di gioia e divertimento, senza barriere architettoniche che impediscono l’ingresso alle spiagge e con gli ausili e i supporti necessari.

Casa Ronald Palidoro_Spiaggia Libera Tutti_spiaggia attrezzata_bambini_accoglienza-2

Grazie a questo progetto, i bambini che devono affrontare malattie difficili e situazioni di disagio lontani dalla propria casa avranno la possibilità di trascorrere del tempo di qualità, respirando l’aria marina e vivendo momenti di serenità insieme alle persone che amano.

"Siamo grati per questa nuova opportunità per pazienti e familiari che nasce dalla collaborazione consolidata con la Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald Italia – afferma Mariella Enoc, Presidente dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù – La possibilità di momenti di svago e di distrazione dalle problematiche della malattia non può che accelerare le prospettive di guarigione e rinforzare i legami di affetto e sostegno reciproco nelle famiglie che sono alla base di ogni percorso di cura. La gioia di vivere è il più potente elemento di tutte le terapie e sono sicura che questo progetto potrà “liberarne” tantissima!".

Casa Ronald Palidoro_Spiaggia libera tutti_spiaggia attrezzata-2

Un progetto che consente alla Fondazione Ronald McDonald di rinnovare il suo impegno a favore dell’infanzia ospedalizzata e di essere ancora una volta al fianco delle famiglie durante il periodo di cura o di terapia ospedaliera dei bambini malati.

"Donare serenità ai bambini che devono affrontare ogni giorno una malattia che spesso li priva di momenti fondamentali della propria infanzia, per noi è una missione che ci stimola e appaga – dichiara Fabio Calabrese, Presidente di Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald – “Spiaggia Libera Tutti!” è un progetto attraverso il quale vogliamo permettere a tutti gli ospiti della Casa Ronald Palidoro, proprio tutti, di vivere l’estate come qualsiasi altro bambino, giocando e distraendosi per qualche ora".

Da vent’anni in Italia, la Fondazione si occupa di dare accoglienza e supportare le famiglie in un momento difficile come quello della malattia di un figlio, con tutte le complicazioni e le ricadute che questo comporta, in special modo per le categorie più fragili. Attraverso le 4 Case Ronald a Roma, Firenze e Brescia e le 2 Family Room di Bologna e Alessandria, infatti, la Fondazione sostiene migliaia di famiglie con bambini ospedalizzati e le accoglie vicino agli ospedali dove hanno in cura il loro bambino, tenendo la famiglia vicina nel momento del bisogno e consentendo l’implementazione di un modello di cura “Family Centered”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

Torna su
RomaToday è in caricamento