Roma Tre: l'università punta su ambiente e lavoro. Giurisprudenza a Ostia è la sfida

Cerimonia di apertura dell'anno accademico a Roma Tre che punta sul polo di Ostia con nuovi corsi di Giurisprudenza in Sicurezza Territoriale e Informatica

Attenta alla sostenibilità ambientale, convinta che la diversità sia un valore, capace di guardare al futuro non dimenticando la lezione del passato. Ma anche attenzione al mondo del lavoro e poi il lancio di una nuova sfida, quello di portare Giurisprudenza a Ostia. Questo è l’identikit dell’Università degli Studi Roma Tre dove si è tenuta la cerimonia d’inaugurazione dell’anno accademico 2019. Sono intervenuti il Rettore dell’Ateneo Luca Pietromarchi, il Cardinale Gianfranco Ravasi con una Lectio Magistralis dal titolo “Ho combattuto la buona battaglia.” L’umanesimo necessario e Gilles Pécout, Rettore dell’Accademia di Parigi, a testimonianza dei profondi rapporti tra l’Ateneo romano e le maggiori università europee.

Al motto “Per un futuro più pulito”, Roma Tre ha fatto della sostenibilità ambientale non solo un valore da veicolare agli studenti ma una pratica concreta. L’Università, infatti, è tra le prime italiane, ad aver chiuso una gara di appalto per un primo stock di 8000 bottigliette di alluminio per l’acqua, che verranno distribuite gratis dal prossimo mese. Contando che ogni giorno nell’Ateneo vengono consumate circa 10.000 bottigliette di plastica, si stima in questo modo di contribuire davvero non solo ad un futuro, ma anche ad un presente più pulito e sostenibile.

In vista delle elezioni europee del prossimo maggio, Roma Tre in collaborazione con le università pubbliche romane ha approntato un fitto calendario di Lezioni aperte sull’Europa: grandi personalità del mondo accademico illustreranno le politiche e le istituzioni europee nell’idea di formare e informare i giovani studenti.

Rettore Roma Tre Luca Pietromarchi-2

Tradizione ma anche innovazione, industria 4.0, strart-up, sinergia proattiva università-aziende. In questa prospettiva e con questa vocazione nasce Roma Tre incontra le aziende: ogni mese gli studenti verranno messi in contatto diretto con gli alti dirigenti delle principali imprese italiane. Nella stessa direzione muove il progetto Dock 3 dedicato allo sviluppo di start-up. Gli studenti di ingegneria e di lettere del programma In codice ratio - ad esempio - hanno messo a punto un originale processo di machine learning che permette di decifrare documenti di archivio conservati in forma manoscritta. Il gruppo di lavoro sta ora operando sui documenti dello sterminato Archivio segreto vaticano.

Studenti con disabilità e disturbi dell’apprendimento trovano a Roma Tre non solo l’Ateneo dove coltivare la propria formazione, ma anche la comunità nella quale crescere come cittadini senza alcuna discriminazione di sorta. 

Accordo tra RomaTre e X Municipio

“Sono orgoglioso! Nonostante i tagli al bilancio non smettiamo di crescere. Non smettiamo di investire in progetti. Non smettiamo di credere che una formazione di qualità sia ancora il miglior strumento che possiamo fornire ai nostri giovani. Non smettiamo di scommettere su loro! Dopo il successo infatti dell’apertura del polo universitario di Roma Tre ad Ostia, con iscrizioni tre volte superiori le aspettative, contiamo di partire con un corso triennale di Servizi giuridici per la sicurezza territoriale e informatica. Studiare legge ad Ostia sarà la nostra nuova sfida”, ha dichiarato il rettore Luca Pietromarchi.

Rettore Accademia di Parigi Gilles Pécout-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Federico Tomei morto in un incidente: calcio laziale in lutto per la perdita del 22enne

  • Granfondo Campagnolo, dal Colosseo ai Castelli Romani: strade chiuse e bus deviati

  • Incidente in via Casilina, schianto all'alba con la Smart: muore un ragazzo di 22 anni

Torna su
RomaToday è in caricamento