Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Riaprono le palestre: distanza di due metri e sanificazione degli attrezzi ad ogni utilizzo

Dopo quasi due mesi e mezzo di chiusura anche le palestre potranno riprendere le loro attività per la fase due. Ecco in che modo

 

Ora tocca anche alle palestre. Dopo la riapertura di attività commerciali e di somministrazione, da lunedì 25 maggio ci sarà un piccolo passo verso la normalità anche per gli amanti e fruitori delle palestre. Ma in che modo?

Siamo andati a trovare nella sua palestra di Torre Angela Davide Di Clemente, imprenditore  e titolare di diverse strutture romane, per vedere in che modo vengono rispettate le indicazioni di sicurezza e distanziamento sociale indicate dall’ordinanza regionale. Dalla distanza minima di due metri per chi si allena, alla sanificazione obbligatoria dell’attrezzo alla fine del suo utilizzo. L’uso di spogliatoi e docce. Con gli istruttori che, durante il turno, controlleranno e aiuteranno gli utenti a rispettare tutte le norme vigente. 

“Sto per diventare papà e sono il primo a voler lavorare in un ambiente sicuro - dice Di Clemente -. Non metterò nastri o distanziatori perché mi sembra quasi offensivo per le persone che, già dall’ingresso in palestra, saranno istruite sulle norme di comportamento da seguire”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento