Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Fase due, riaprono le serrande di parrucchieri e barber shop: "Ecco come lavoreremo in sicurezza"

Abbiamo seguito la riapertura di un barber shop nella zona di Portonaccio per vedere in che modo si sono preparati ad accogliere i clienti, a due mesi dalla chiusura per lockdown

 

La serranda si alza e i clienti in attesa iniziano a battere le mani: “Bella ragà”. Il lungo applauso e riservato ai ragazzi del barber shop, nella zona di Portonaccio, che a due mesi dalla chiusura per lockdown riaprono le porte del loro negozio.

Ad illustrarci come si sono preparati circa le norme di sicurezza, uno dei tre titolari, Gianluca Di Campli: “Prendiamo la temperatura ai clienti in entrata e se è superiore a 37,5 non lo possiamo servire - spiega -, poi l’obbligo di sanificazione delle mani e mascherina. Abbiamo messo una barriera in plexiglass tra le due postazioni lavaggio, mentre tra una poltrona e l’latra abbiamo addirittura tre metri. Siamo pronti e felici di poter ricominciare, soprattutto perchè un’attività come questa ha sempre dei costi da sostenere anche quando resta chiusa”.

Misure che, a grandi linee, questi gestori avevano già programmato anche quando si ipotizzava una riapertura data 1 giugno, come hanno raccontato a Roma Today lo scorso 30 aprile. 

“Certo è una condizione di lavoro nuova - continua Di Campli -, ma teniamo duro fino a quando finalmente tutto tornerà alla normalità” E per rendere la cosa “meno piatta”, tutti i barbieri hanno scelto di indossare una mascherina con il musi di Dalì, cime i protagonisti de La casa di Carta: “Sotto però abbiamo una chirurgica - conclude il titolare -, è giusto per rallegrare un po’ l’ambiente”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento