Nuove sale parto e pronto soccorso a misura di bambino: il Sant'Eugenio cambia volto

Potenziato il reparto Ostetricia e migliorato l'accesso al Pronto Soccorso per i più piccoli. Ecco alcune tra le migliorie introdotte all'Ospedale Sant'Eugenio

Sedici posti letto in più nel reparto di ostetricia, tre nuove sale parto, un grande laboratorio realizzato su 1000 mq ed un'ala recuperata per il futuro blocco di Endoscopia Digestiva. Il  Sant'Eugenio si avvia  a cambiare pelle.

Il reparto maternità

Le nuove sale, tre in tutto, sono sta realizzate grazie ad un finanziamento regionale pari a 235 mila euro. "Apriranno il 15 gennaio – ha dichiarato la direttrice generale della Asl Rm2 Flori Degrassi – Finora si partoriva nelle sale operatorie. Ogni sala è fornita di bagno personale e poltrona relax per accompagnatore e la possibilità della prima assistenza neonatale".

Le gravidanze al Sant'Eugenio

L'investimento effettuato nel reparto Ostetricia, in cui si contano 16 nuovi posti letto, permette di fare un salto di qualità in un settore in cui l'ospedale dell'Eur già primeggia. Il Sant'Eugenio "da circa 3 anni – ha ricordato Degrassi - ha raggiunto un numero di parti annuali che nel 2018 supererà  i 1.100, mantenendo un tasso del 21 % di tagli cesarei". E' un dato "tra i più bassi della Regione,  anche in confronto ad ospedali di I° livello che non seguono gravidanze patologiche".

L'investimento nella sanità pubblica

Gli interventi nel reparto maternità, sono stati salutati come "un'altra bella notizia" dal governatore Nicola Zingaretti. Una novità che "avviene in una fase in cui nel Lazio stiamo vivendo il più grande investimento della sanità pubblica sia finanziario che di personale– ha detto Zingaretti – Questo cambierà la vita a moltissime persone e ringrazio tutti gli operatori che in questi anni hanno resistito e i cittadini che cominciano a vedere le differenze". Tra i mutamenti più significativi che vedono il Sant'Eugenio protagonista il nuovo grande laboratorio, che farà dell'ospedale il secondo hub della rete dei laboratori pubblici del Lazio.  E' realizzato su una superficie di 1000 mq, attraverso lavori di adeguamento  e consentirà di   recuperare un'area da destinare, in futuro, all'Endoscopia Digestiva. 

Il Pronto Soccorso a misura di bambino

Da segnalare anche gli interventi previsti nel Pronto Soccorso. Per facilitare l'accesso dei bambini è stato pensao un percorso loro dedicato. I piccoli pazienti che accederanno al Pronto Soccorso con codice rosso o giallo, vengono gestiti direttamente dal pediatra consulente, mentre quelli con codice verde e bianco e quelli con codici rossi e gialli stabilizzati saranno accompagnati insieme al genitore in Pediatria, utilizzando un ascensore dedicato. Per quanto riguarda l'assistenza, una sala visita e una sala infermieristica saranno dedicate ad eventuali prelievi e terapie.  Sempre sul piano dell'assistenza ai bambini, è stata realizzata una stranza con tre letti per i minori che necessitano di alcune ore di osservazone ed un'altra stanza per quelli che, in caso di sospetta malattia infettiva, avranno bosogno di essere isolati. 

Potrebbe interessarti

  • Saldi estivi a Roma, manca poco: quando iniziano

  • Cinema all'aperto a Roma: indirizzi e film in programma nell'estate 2019

  • Come vestirsi ad un matrimonio d'estate: consigli di stile

  • Alla scoperta della pole dance: cos'è e dove praticarla a Roma

I più letti della settimana

  • Tragedia a Torvaianica: ragazzo di 17 anni morto affogato in mare

  • Giallo di Torvaianica, il compagno di Maria Corazza ha incontrato tre persone venerdì mattina

  • Meno di 300 euro andata e ritorno da Roma a New York: ecco il nuovo volo diretto

  • Torna #vialibera: domenica 16 giugno a Roma 15 chilometri di strade solo per bici e pedoni

  • Viale Marconi: violentate e picchiate in strada. Aggressore fugge e viene investito

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 15 e domenica 16 giugno

Torna su
RomaToday è in caricamento