Torna l'ora solare: ecco quando spostare le lancette indietro di un'ora

A fine ottobre lancette spostate indietro di un'ora durante la notte: torna l'ora solare

Fine ottobre, torna l'ora solare. Come ogni anno a fine ottobre le lancette degli orologi si spostano indietro di un'ora e l'orario torna ad essere quello "previsto" dal meridiano del fuso orario di riferimento. Nel 2018 il giorno del ritorno dell'ora solare sarà domenica 28 ottobre. Alle tre della notte tra sabato 27 e domenica 28, infatti, le tre diventeranno le due. Si avranno quindi più ore di luce al mattino mentre farà buio prima la sera. L'ora solare resterà in vigore fino a domenica 31 marzo 2019, quando tornerà l'ora legale per l'estate.

Cambio dell'ora: le decisioni dell'Europa

A fine agosto 2018 la Commissione europea ha rilanciato l'idea di abolire il cambio dell'ora due volte l'anno, in seguito alla consultazione con diversi milioni di cittadini europei. A differenza di quanto emerso in un primo momento, ogni singolo Stato potrà però decidere se adottare l'ora solare o l'ora legale, anche se il presidente Juncker ha detto che in futuro "dovrà essere l'ora estiva a divenire la regola".

Ogni nazione deciderà quale fuso orario adottare

Ad ogni modo, i singoli Paesi avranno libertà di scelta. La competenza sulla decisione di quale fuso orario adottare è puramente nazionale: è oggi dei singoli Stati (tanto è vero che la Spagna adotta un fuso orario sfasato rispetto alla sua longitudine, in piena autonomia) e resterà dei singoli Stati anche domani.

"E' sempre stata e rimane una decisione sovrana che ricade nella competenza di ciascun Stato membro", ha detto il viceportavoce capo della Commissione Europea Alexander Winterstein, durante un briefing con la stampa a Bruxelles. 

L'ora legale in Italia e nel mondo

In Italia l'ora legale è in vigore dal 1966. In precedenza era stata usata per la prima volta nel 1916. Dopo essere stata abolita e riconfermata diverse volte, è stata definitivamente adottata dal nostro Paese con una legge del 1965, in un periodo in cui il fabbisogno energetico aumentava di continuo. In generale, i Paesi della fascia tropicale non adottano l'ora legale, in quanto la variazione delle ore di luce durante l'arco dell'anno è minima e non consente di avere ore di luce sufficienti la mattina per giustificare uno spostamento di lancette in avanti di un'ora. Nell'emisfero australe, essendo le stagioni invertite rispetto all'emisfero boreale, anche l'ora legale segue un calendario invertito: in Australia è in vigore da ottobre a fine marzo o inizio aprile, con possibili variazioni da stato a stato, mentre in Brasile si va dalla terza domenica di ottobre alla terza domenica di febbraio. In Africa l'ora legale è scarsamente usata e in Russia dal 2011 è stata abolita l'ora solare.

Le regole in vigore oggi

Il regime attualmente in vigore, con una direttiva Ue, mira solo a effettuare il cambio di orario in maniera coordinata tra i vari Paesi, per armonizzare la transizione dall'ora legale a quella solare e viceversa, minimizzando i contrattempi e gli intralci che comporta un cambiamento di orari non coordinato tra i singoli Stati, specie per il settore dei trasporti e per quello della logistica.

Una rivoluzione a macchia di leopardo

Ma se ogni Paese deciderà per sé, quali sarerebbero gli effetti di una situazione così disarmonica? Secondo un articolo del Fatto Quotidiano, che cita uno studio della stessa Commissione, "ci sarebbero maggiori costi per gli scambi transfrontalieri, inconvenienti nei trasporti, nella comunicazione e nei viaggi, oltre a un generale abbassamento della produttività nel mercato interno per beni e servizi".

D'altra parte ciascuno di noi può immaginare cosa possa significare avere un fuso diverso per ogni Paese.  Attraversare il confine a Ventimiglia, per dirne una, potrebbe voler dire spostare indietro (o avanti) le lancette. Del resto era stato lo stesso portavoce della commissione Enrico Brivio a dire di non volere "una cosa a macchia di leopardo, non sarebbe buono il mercato unico". Ad ogni modo per ora si tratta solo di una proposta, anche se questa volta l'Ue sembra fare sul serio. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Bene visto che anticipano. BUON NATALE !!!!

  • LOL, avete giuato un mese di anticipo

  • SIETE FUORI!! ... domani è 28 SETTEMBRE, mica 28 OTTOBRE!!! Ma che senso ha questo articolo?!

  • Ora solare tutto l'anno! Il buio già alle 16 è troppo triste...

    • Il buio arriverà alle 17, non alle 16. Detto questo sono d'accordo sul fatto che è bello avere più ore di luce nel pomeriggio, ma il rovescio della medaglia è che a gennaio sarà ancora notte alle 8:30 di mattina.

    • L’ora solare è quella invernale però...

Notizie di oggi

  • Attualità

    Regolamento di polizia urbana, dallo stop ai centurioni alle multe a lucciole e clienti: ecco le novità

  • Politica

    Fiume Tevere: a Roma ci sono 250mila persone a rischio alluvioni ed esondazioni

  • Politica

    La Lega vuole Ciampino: ecco perché il campo La Barbuta sarà il prossimo ring tra Salvini e Raggi

  • Cronaca

    Incidente sulla Tuscolana: si aggrava il tragico bilancio, dopo Alessandro è morto anche l'amico Giordano

I più letti della settimana

  • Manifestazione contro il razzismo a Roma: strade chiuse e bus deviati

  • Incidente via Portuense: maxi carambola, auto finisce sopra una seconda vettura

  • Referendum Atac, a Roma domenica 11 novembre si vota: tutto quello che c'è da sapere

  • Referendum Atac, i risultati: quorum non raggiunto. Netta l'affermazione del sì

  • Atac punta sul digitale: accordo con Moovit per migliorare l'infomobilità

  • Raggi assolta, Di Maio esulta: "I giornalisti infimi sciacalli, cani da riporto di Mafia Capitale"

Torna su
RomaToday è in caricamento