Gli "esempi civili" di Roma: Mattarella premia otto romani

Vengono dalla Capitale otto delle onorificenze conferite dal Capo dello Stato nella giornata di ieri. Ecco chi sono

L'eroe per caso e quello seriale. Lo "Chef dei poveri" e l'esempio per i malati di tumore. L'impegno in periferia e quello per l'integrazione. Il medico dei bambini e il prete degli ultimi. Sono otto i romani premiati dal Capo dello Stato con le onorificenze al Merito della Repubblica Italiana. 

Maria Coletti

Maria Coletti, 50 anni, è stata nominata ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana: "Per l’appassionato e coinvolgente contributo a favore di una politica di pacifica convivenza e piena integrazione". La Coletti è Rappresentante dell’Associazione “Pisacane 0-11”, formata da genitori dei bimbi che frequentano la scuola dell’infanzia e primaria Carlo Pisacane, nel quartiere di Torpignattara di Roma, uno degli istituti italiani con il maggior numero di studenti “stranieri” (molti dei quali sono nati in Italia). L’Associazione è nata nel 2013 dalla necessità di supportare la scuola con progetti e attività aperti anche al territorio, alla comunità del quartiere. I volontari dell’associazione, nell’ambito del doposcuola autogestito, si impegnano soprattutto nel supportare nell’apprendimento dell’italiano e nell’aiutare con i compiti i bambini con genitori stranieri che non parlano bene la nostra lingua. Su iniziativa dell’associazione e dei docenti, la scuola ogni anno organizza una festa per la Giornata internazionale per i diritti dei migranti e rifugiati. (LA SUA STORIA

Dino Impagliazzo 

A Dino Impagliazzo, 89 anni, è andata l'onoreficenza come Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana "per la sua preziosa opera di distribuzione di pasti caldi e beni di prima necessità ai senzatetto presenti in alcune stazioni ferroviarie romane". Ex dirigente INPS in pensione. A Roma è conosciuto come “lo Chef dei poveri” [Qui la sua storia]

VIDEO | Tra i poveri con i ragazzi di Dino, lo chef che sfama 250 persone ogni notte 

Giacomo Perini

Giacomo Perini è stato invece nominato Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Questa la motivazione: "Per la sua straordinaria testimonianza in prima persona della forza e delle difficoltà proprie dei pazienti oncologici". 

Atleta paralimpico, è il rappresentante legale dell’Associazione Cresos. A 18 anni ha avuto un osteosarcoma ad alto grado al femore della gamba destra. Dopo 8 mesi di chemioterapia e una operazione per sostituire il femore con una protesi, sono subentrate una recidiva alla gamba e una infezione che hanno costretto i medici ad amputare l’arto inferiore. A distanza di pochi mesi sono seguite una nuova recidiva, una nuova operazione e nuove chemioterapie, quindi un’altra infezione alla gamba e una metastasi polmonare. In cinque anni Giacomo ha vissuto un susseguirsi di operazioni e cicli di chemioterapia. Dal primo giorno di ospedale, ha cominciato a scrivere un libro, dal titolo “Gli anni più belli”, edito dall’Associazione italiana medicina da cui è nato anche un docufilm. Lavora al Coni presso la Federazione Triathlon, settore paralimpico. Nel contempo studia Scienze politiche e gira per le scuole per parlare ai ragazzi della propria esperienza e portare loro un messaggio di speranza e resilienza. (LA SUA STORIA


Tiziana Ronzio 

Tiziana Ronzio, 49 anni, è stata invece nominata Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana "oer l’impegno e lo spirito di iniziativa con cui si dedica alla riqualificazione strutturale e sociale del quartiere di Tor Bella Monaca a Roma". 

Operatrice sanitaria, abita nel quartiere di Tor Bella Monaca, a Roma, in una delle torri dell’Ater di 15 piani di Viale Santa Rita da Cascia, per anni uno spazio utilizzato dagli spacciatori. Nel 2015 ha fondato l’Associazione “Tor più Bella” con cui ha realizzato iniziative per riqualificare, dal punto di vista strutturale ma anche sociale, la torre - attraverso piccoli interventi di manutenzione, lavori di giardinaggio, realizzazione di murales nell’androne - e rendere più vivibile e sicuro il quartiere. Racconta Tiziana: “Nel nostro palazzo ci siamo riuniti per rendere più vivibile prima di tutto il nostro stabile”. Nel marzo 2017 l’Associazione ha ricevuto la visita della Presidente della Camera Boldrini. [LA SUA STORIA]

Carlo Santucci

Carlo Santucci, 34 anni, è stato nominato Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana "per l’altruismo e l’impegno profuso nel delicato intervento di primo soccorso che, nell’agosto 2019, ha permesso di salvare la vita a una donna in arresto cardiaco su un treno austriaco diretto a Dobbiaco"

Medico chirurgo precario. Per molti anni ha lavorato nelle ambulanze e al momento è insegnante di primo soccorso. In vacanza in montagna, il 27 agosto scorso, mentre era in treno è intervenuto, su richiesta dei passeggeri, in soccorso di una donna in arresto cardiaco. In mancanza di un defibrillatore sul treno, ha praticato il massaggio cardiaco tenendola in vita per quaranta minuti, finché non è arrivato l’elisoccorso austriaco che l’ha trasportata in ospedale. In passato praticando la manovra di Heimlich aveva salvato un bambino dal soffocamento. (LA SUA STORIA)

Riccardo Zaccaro 

Eroe, ma seriale, è Riccardo Zaccaro, nominato Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana: "Per il coraggio e l’altruismo con cui, a proprio rischio, è intervenuto in soccorso di una coppia di anziani rimasti intrappolati dalle fiamme". Studente alla facoltà di Architettura all’Università La Sapienza. Soprannominato dai giornali “l’eroe seriale”: a 22 anni ha già salvato la vita a tre persone, un suicida e due anziani dal rogo della loro casa. Il primo evento risale a due anni fa quando Riccardo ha soccorso un ragazzo che minacciava di gettarsi dal cavalcavia dell’autostrada A1. È stato tra i primi ad arrampicarsi e a cercare di fermarlo, riuscendoci. Il secondo evento risale invece al maggio scorso: in via Alfredo Fusco, nel quartiere Balduina, a Roma, ha salvato dalle fiamme due anziani rimasti intrappolati nell’appartamento situato al piano inferiore al suo. In un primo tempo ha portato sul pianerottolo la donna, quindi, entrato nuovamente nell’appartamento, nonostante le fiamme e il fumo, ha soccorso il marito. Ha commentato Riccardo: “io ho fatto ciò che credo debba essere naturale per tutti”. (LA SUA STORIA

Stefano Morelli

Premiato anche Stefano Morelli, diventato Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana "per il prezioso contributo che offre in ambito internazionale operando gratuitamente bambini affetti da labiopalatoschisi, ustioni e traumi di guerra". Laureato in medicina e specializzato in anestesia e rianimazione. Assunto all’ospedale pediatrico Bambin Gesù di Roma come cardio-anestesista pediatrico, ha iniziato contemporaneamente a coordinare le attività Anestesiologiche e di Rianimazione della ONG Emergenza Sorrisi, operando gratuitamente bambini affetti da labiopalatoschisi, ustioni e traumi di guerra. Da dodici anni organizza missioni in: Africa, Medio Oriente, Europa dell’Est, Sud Est Asiatico, Sud America e America Centrale. Nel corso di queste missioni svolge anche attività di formazione ai medici ed infermieri locali. (LA SUA STORIA). 

Don Filippo Tucci

Nomina a  Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana per Monsignor Filippo Tucci, 90 anni "per aver dedicato tutta la sua vita all’accoglienza e all’inclusione delle persone in condizioni di disagio e di abbandono". Fino al maggio 2019 Primicerio dell’Arciconfraternita di San Rocco all’Augusteo e Rettore della Chiesa di San Rocco. La parrocchia è da mezzo secolo un punto di riferimento per i poveri del centro storico. Le persone assistite sono per lo più senza fissa dimora. L’intervento nei loro confronti si concretizza in assistenza spirituale, sanitaria (inclusa la donazione di farmaci di prima necessità), refezione, docce e servizi igienici, donazione di biancheria nuova, indumenti, coperte. Commenta Don Filippo: “è una Chiesa che non è un salotto, è un ospedale da campo. Una chiesa che serve, aiuta, accoglie, cura”. (La SUA STORIA


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Blocco traffico Roma: domenica 23 febbraio niente auto nella fascia verde

  • Coronavirus Roma: "Scuole chiuse? Fake news". Mezzi pubblici, via alla sanificazione

Torna su
RomaToday è in caricamento