Mobilità, un anno fa i romani acclamavano Metrovia: oggi il Campidoglio sembra averlo dimenticato

Duro affondo dallo staff di Metrovia, il progetto più votato nell'ambito del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile. Architetto Arsena: "Buttato un anno di tempo"

Sul sito dedicato al Piano Urbano della Mobilità Sostenibile,  Metrovia è stato il progetto più apprezzato. Sono state infatti 881 le persone, iscritte sul portale di Roma Capitale, che hanno accordato la preferenza all'intuizione dell'architetto Arsena. L'idea di fondo è infatti suggestiva: per moltiplicare le linee metropolitane della Capitale, viene infatti suggerito di creare qualche nodo di scambio e di sfruttare al massimo i binari ferroviari.

Le preferenze dei romani e quelle del Campidoglio

Il progetto, sparito dalla prima posizione del PUMS in maniera del tutto arbitraria, ha continuato a riscuotere successo. E' infatti stato ripetutamente migliorato, seguendo le indicazioni arrivate dai massimi esperti di mobilità che sono presenti in città: gli utenti del trasporto pubblico. Ciò nonostante, anche a dispetto di un ravvedimento del Campidoglio che è tornato a collocare Metrovia in cima alla classifica del Piano, chi ne è stato l'ideatore lamenta uno scarso interesse da parte delle istituzioni cittadine.

Il progetto e la miopia istituzionale

"Con Metrovia abbiamo offerto la visione che mancava. Abbiamo messo in piedi un sistema di trasporto possibile, trasformando l’esistente, riutilizzando quello che c’è" ricorda l'architetto Paolo Arsena. Eppure " da una giunta che si è proposta per il cambiamento, e che vorrebbe basare sul riuso, sulla sostenibilità ambientale, sul 'meno costi e più benefici' la propria cifra politica, ci saremmo aspettati, da subito, curiosità, attenzione e– aggiunge il papà della Metrovia – una capacità di visione".

Ecco cosa prevede il progetto Metrovia

Un anno buttato al vento

Aspettative frustrate. L'idea progettuale è rimasta confinata al web e per ora il Campidoglio, che a dicembre ha passato in rassegna le 10 migliori proposte emerse dal PUMS, non l'ha inserita tra le priorità. Nel frattempo, dalla chiusura delle votazione online, sono trascorsi quasi 12 mesi. " Un anno intero è stato buttato al vento, tra boicottaggi veri o presunti nei nostri confronti, sollecitazioni inascoltate, inviti declinati (la presentazione di Metrovia al MacroAsilo), richieste di incontro accolte solo parzialmente e con molto ritardo" accusa Arsena che non nasconde la propria amarezza. "All'indomani della vittoria elettorale Virginia Raggi diceva che il vento stava cambiando. A me sembra che soffi sempre la stessa aria".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (7)

  • Per me è meglio cosi'. Il progetto Metrovia è mal fatto poiché, in primis, causerebbe disastrose rotture di carico in corrispondenza di ogni capolinea urbano FL (dove appunto terminerebbero le linee nazionali ed inizierebbero quelle "metropolitane"). Oltrettutto FS non permetterebbe mai di realizzare un sistema di questo tipo (a parte i costi pazzeschi e le complicazioni di natura tecnica). Per non parlare dell' enorme difficoltà che si avrebbe nel gestire i vari flussi e i vari treni secondo le loro diverse gerarchie. Aggiungo anche che l'utilizzo delle linee esistenti non andrebbero comunque a migliorare proprio nulla poiché i treni FL già operano su questi tracciati e, come ben sappiamo, escludono immense parti di città che non godono di alcun accesso all'esiguo sistema romano. Infatti queste linee si sovrappongono lungo i medesimi assi (soprattutto in area centrale) e come possiamo vedere anche oggi, non sono in grado di creare il tanto desiderato ed efficace 'effetto rete'. Queste linee rimangono fuori dal centro storico lambendolo tangenzialmente sotto forma di quello che chiamiamo Anello Ferroviario (la quale ancor' oggi incompleta chiusura fu annunciata per la prima volta circa 100 anni fa!). Se le FS impiegano un secolo per realizzare 3 km di binari, immaginate voi quanti secoli occorrerebbero per la sola progettazione o per la sola ricerca dei fondi )...che non ci sono mai). Insomma, sulla mappa sembra di vedere tanti colori e tanti puntini ma nella cruda realtà di questo mondo quella stessa mappa la chiamiamo "tutto fumo e niente arrosto". Ciò di cui Roma ha bisogno è un network di vere e proprie LINEE METROPOLITANE che attraversino la capitale nel sottosuolo della fabbrica urbana. Non possiamo certo paragonare la praticità di scendere una scala (dal marciapiede di una strada) e di ritrovarsi sulla banchina dopo 2 minuti con la non-invitante impraticità di dover prendere un mezzo urbano nello stesso modo con cui si prende un treno extraurbano (entra in stazione, scendi, sali, vai al binario giusto, ecc). Le linee ferroviarie sono in sede propria e separate dalla città mentre la metropolitana è parte integrante dell'ambiente urbano e questo lo si avverte. NO ALLA METROVIA! Tutti soldi spesi malissimo. Ma comunque non mi preoccupo perché non verrà mai realizzata (grazie a Dio).

  • ma se non hanno nemmeno collegato la B1 con la ferrovia che porta ad esempio a Fiumicino...per poche centinaia di metri

  • adesso i soldi ci sono ma manca il cervello

  • ... nella Capitale ogni proposta perde subito di propositività... per negligenza, inezia, burocrazia, ma anche per maleducazione ed ignoranza... Guardate il progetto del Bike sharing... bici buttate nei cassonetti, nei fiumi, cannabalizzate, smontate... a Roma abbiamo i Rom... ci bastano... credo...

  • Arch. Arsena sindaco!!!!!!!!

  • Ammettiamolo, il progetto della metro sia è ambizioso ma realistico. Darebbe un vero nuovo impulso a questa città. Purtroppo sembra che Roma abbia una maledizione per la quale le opere intelligenti debbono essere sempre scartate dalla politica.

  • Non c’è da stupirsi ... questa amministrazione è priva di idee e di iniziativa .

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Stadio della Roma: l'assessore Frongia indagato per corruzione

  • La linea gialla

    Non è mai colpa sua

  • Politica

    De Vito arrestato, si riapre lo scontro Raggi Lombardi: "Gli dissi di dimettersi, la sindaca invece con Giampaoletti..."

  • Cronaca

    Scale (im)mobili, Raggi quasi: la Sindaca valuta la revoca della manutenzione. Procura apre indagine

I più letti della settimana

  • Presidente cinese a Roma: dal 21 marzo strade chiuse e una doppia 'green zone'

  • Ciclista morto sui binari del tram: addio a Valerio Nobili, medico luminare del Bambino Gesù

  • Barberini: la scala mobile si accartoccia, scene di panico. Chiusa la stazione. Il racconto di un testimone

  • Borghesiana: sorpasso azzardato con l'auto rubata, cinque feriti. Tre sono gravi

  • Ora legale nel 2019: quando spostare le lancette

  • Paura a Grottaferrata: bus Cotral finisce in una scarpata. Sette feriti

Torna su
RomaToday è in caricamento