Grave lutto per Max Biaggi: è morto il papà

Pietro, padre del campione di motociclismo, aveva 77 anni. Si è spento a Roma

Max Biaggi con il papà Pietro. Foto da Twitter

Grave lutto per Max Biaggi: è morto il papà Pietro, aveva 77 anni. Il padre del sei volte campione del mondo - attualmente testimonial dell'Aprilia e team manager della squadra Max Racing Team in Moto3 - è scomparso a Roma. "Sor Pietro", come simpaticamente era soprannominato, era una figura molto nota nel paddock ed è stato un punto di riferimento per la vita e la carriera del figlio Max, presenza fissa alla gare di motociclismo.

Morto il padre di Max Biaggi

"Battuta sempre pronta, arguta, il romanesco a fare da contraltare al romagnolo diffuso nel motomondiale. Personaggio a modo suo, per nulla integrato, sempre pronto ad un confronto, anche acceso": così lo ricorda l'amico Alberto Porta su SportMediaset.

Aron Canet, pilota del team di Max Biaggi in Moto3, ha voluto omaggiare Pietro ponendo il simbolo del lutto sul serbatoio della moto utilizzata a Le Mans. Così, su Twitter, a Natale scorso, Max Biaggi parlava di suo padre: "Non è difficile diventare padre! Essere un padre: questo è difficile" W.Busch. Buon Natale a te papà mio".


Oggi il campione era impegnato in Francia con il motomondiale sulla pista di Le Mans. Biaggi è arrivato questa mattina presto a Roma.  Questo il suo messaggio su Instagram: "Non si è mai pronti per questo! Ma ora più che mai io , non lo sono proprio. Non mi hai aspettato Papà mio. Ho provato invano ad arrivare in tempo ma ho fallito. Il mio più grande rammarico è stato quello di non essere riuscito ad abbracciarti per l’ultima volta chissà se riuscirò mai a perdonarmelo........ ma conoscendomi bene lo escluderei. Tu per me ci sei stato sempre e io avrei dovuto essere lì al tuo fianco. Ho una voragine nel cuore. Come vorrei che oggi non fosse oggi. Perdonami. Sei e rimarrai sempre il mio Eroe".

Non si è mai pronti per questo! Ma ora più che mai io , non lo sono proprio. Non mi hai aspettato Papà mio. Ho provato invano ad arrivare in tempo ma ho fallito. Il mio più grande rammarico è stato quello di non essere riuscito ad abbracciarti per l’ultima volta chissà se riuscirò mai a perdonarmelo ........ ma conoscendomi bene lo escluderei. Tu per me ci sei stato sempre e io avrei dovuto essere lì al tuo fianco. Ho una voragine nel cuore. Come vorrei che oggi non fosse oggi. Perdonami. Sei e rimarrai sempre il mio Eroe Massimiliano

Un post condiviso da Max Biaggi (@maxbiaggiofficial) in data:

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

Torna su
RomaToday è in caricamento