La Lupa come Spelacchio. Rimossa la siepe di piazza Venezia: si era seccata

La scultura realizzata con le piante di ligustro si era appassita. Era stata sistemata a piazza Venezia il 27 aprile del 2018. Dopo meno di un anno è stata rimossa

La lupa appena piantumata: foto di Aprile 2018

Non ha raggiunto un anno di vita la Lupa di piazza Venezia. Il ligustro, posizionato nello stesso posto che fu di Spelacchio, ne ha seguito il destino. Come l'abete giunto dalla magnifica Val di Fiemme, anche la siepe si è rapidamente seccata. Ed è stata rimossa dalla sua sede.

L'enfasi mal riposta

L'arrivo della Lupa capitolina era stata annunciato con toni enfatici dall'allora assessora all'Ambiente Pinuccia Montanari, che aveva sottolinato "la straordinaria forza evocativa" di questa scultura realizzata "con minuziosa cura dal nostro Servizio Giardini". La siepe, realizzata con piante di ligustro, era stato definito "uno spettacolo tutto da fotografare". 

Ironia e suggerimenti 

La sistemazione della lupa nel luogo che fu di Spelacchio, non aveva mancato di suscitare l'ilarità del web. Sui social network, l'ironia dei romani che avevano criticato la scultura per la sua somiglianza con un'orsa, si era alternata alle raccomandazioni. "Questa non fatela seccare" si era premurato di suggerire qualche utente. L'invito non è però stato raccolto.  

La stagione delle piantumazioni

La lupa è stata rimossa dagli operatori del Servizio Giardini che hanno provveduto a risistemare anche il prato. Al suo posto, per ora, non sono state collocate altre siepi. E verosimilmente non dovrebbero esservi messe a dimora prima del prossimo autunno, la stagione più adatta per le piantumazioni

"Solo interventi fitosanitari"

Nel pomeriggio di lunedì 4 aprile, il presidente della Commissione Ambiente Daniele Diaco, ha fornito un aggiornamento sulle condizioni della siepe. "La Lupa è stata condotta presso il Servizio Giardini del Dipartimento Tutela Ambientale di Roma Capitale, per il restauro della base e per essere sottoposta a periodici interventi fitosanitari e agronomici necessari per le composizioni in vaso. Normali, fisiologiche operazioni di routine che hanno immotivatamente indotto a ricostruzioni surreali e non corrispondenti alla realtà" ha dichiarato il consigliere grillino, attraverso la propria pagina facebook. "Non appena gli interventi saranno ultimati - ha infine promesso Diaco -  la Lupa tornerà al proprio posto, a beneficio dei tanti cittadini e visitatori che frequentano il Centro cittadino".

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Incidente a San Giovanni: donna investita e uccisa da un camion

Torna su
RomaToday è in caricamento