Allarme legionella alla Corte d'appello di Roma, avvocati chiedono bonifica

Il presidente dell'ordine forense della Capitale chiede "un intervento risolutivo del problema a tutela della salute dei colleghi, dei magistrati e del personale degli uffici giudiziari, rinnovando gli impianti e bonificando le condotte idriche, ormai vetuste"

Torna l'allarme legionella nei palazzi di Giustizia della Capitale, stavolta nei locali della Corte d'appello di Roma. A darne notizia è una nota della Presidenza della Corte d'appello nella quale si legge che "all'esito delle indagini microbiologiche è stata riscontrata la presenza del batterio della legionella in alcuni campioni d'acqua (...) e si sta procedendo con la massima urgenza alle operazioni di iperclorazione (... )Non essendo stati segnalati casi di possibile contagio, la situazione ragionevolmente non dovrebbe generare preoccupazioni (...)".

Come massimo rappresentante dell'Ordine forense della Capitale, è il Presidente Antonino Galletti a chiedere "un intervento risolutivo del problema a tutela della salute dei colleghi, dei magistrati e del personale degli uffici giudiziari, rinnovando gli impianti e bonificando le condotte idriche, ormai vetuste".

"Diamo atto al Presidente Panzani e al Presidente Vicario Gallo di essere intervenuti con la consueta celerità anche in questa occasione - commenta l'avvocato Galletti - Lo stesso però non possiamo non chiedere agli organi competenti, in particolare al Ministero di Grazia e Giustizia, un intervento strutturale che si spera possa essere risolutivo di questo ormai annoso problema, sottraendo le centinaia e migliaia di operatori del diritto che quotidianamente lavorano nei palazzi di Giustizia romani - non solo avvocati dunque - dalla spada di Damocle dell'esposizione alla legionella. Cogliamo l'occasione per ringraziare gli organi di stampa per l'attenta vigilanza esercitata su un tema tanto delicato che riguarda la salute pubblica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • O' Principe di Tor Bella Monaca, spaccio h24 e vita in stile Gomorra: così la palazzina è diventata il suo fortino

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • Sciopero Roma Tpl, lunedì 18 novembre a rischio i bus in periferie: orari e fasce di garanzia

  • Pizza Awards Italia 2019, Roma stupisce: ecco le migliori pizze della Capitale (e del Lazio)

  • Sushi "all you can eat" a Roma: 10 ristoranti giapponesi da provare

  • Incidente a Romanina: scontro tra auto, morta una mamma. Grave la figlia

Torna su
RomaToday è in caricamento