Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Drag Queen Cristina Prenestina: "Ai bambini racconto fiabe. Giorgia Meloni promuove intolleranza"

Francesco Pierri rimanda al mittente le polemiche che si sono scatenate negli ultimi giorni sul progetto che lo vede protagonista nella biblioteca “Cittadini del mondo”

 

"Le Drag Queen vanno a fare il lavaggio del cervello ai nostri figli? No, le Drag Queen leggono delle fiabe in un progetto di accoglienza, equità e autodeterminazione”. Con queste parole Francesco Pierri, in arte Cristina Prenestina, rimanda al mittente le polemiche che si sono scatenate negli ultimi giorni sul progetto che lo vede protagonista nella biblioteca “Cittadini del mondo” del Quadraro.

Iniziativa gratuita e che rientra nelle attività extracurriculari, e che ha ottenuto il patrocinio del municipio VII, in cui la Drag legge fiabe a bambini ed adolescenti. “Non mi sono inventato nulla - sottolinea Francesco -, perché è nata a San Francisco anni fa, arrivando poi in diversi paesi europei. Vista la mia esperienza come assistente sociale ho pensato che fosse interessante farlo anche in Italia. Il mondo dei è fatto di fantasia, come quello delle Drag Queen in fondo”.

La circolare ministeriale sul Coronavirus ha però sospeso l’evento, annulando la data di mercoledì 26 febbraio.  “Ed è questa la cosa assurda - continua Francesco -, una cosa già ferma ha innescato queste polemiche. Sono andati addirittura a prendere una locandina vecchia, in cui infatti compare ancora una seconda Drag poi non più prevista. Ma tanto è bastato ad accendere il dibattito". "Avrei gradito - conclude - che qualcuno mi avesse almeno chiesto che cosa avevo intenzione di leggere”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento