Coronavirus, aperitivi e cene a casa. La storica enoteca fa boom online: “Romani comprano vino e alcol per amuchina”

Dopo il decreto “io resto a casa” impennata di acquisti su internet: “Ordini a +270% rispetto allo scorso anno in questo periodo”

Una delle enoteche Bernabei

Bar, locali e ristoranti chiusi dopo il decreto “io resto a casa”, così i romani alle prese con l’emergenza Coronavirus riscoprono aperitivi e cene tra le mura domestiche. Se gli chef fanno a gara per consigliare tramite i social ricette da realizzare per sentirsi “stellati” in famiglia, sono tanti coloro che non rinunciano ad un buon bicchiere di vino o alle bollicine. 

I romani riscoprono cene e aperitivi a casa

Così anche nel delivery del vino è boom. Lo raccontano bene i dati di Bernabei, storica enoteca romana, in città dal 1933, che ad oggi è uno degli e-commerce di vini più importanti in Italia, leader nella distribuzione all'ingrosso di vini e liquori con una catena di enoteche e wine corner in franchising a livello nazionale.

“Da quando è scoppiata l’emergenza Coronavirus abbiamo registrato un importante incremento di ordini: dal 1 marzo al 10 le vendite online sono schizzate ad un +150% rispetto all’anno precedente, negli ultimi sette giorni, vale a dire dopo l’ultimo decreto del premier Conte, +270%. Percentuali altissime su un sito come quello di Bernabei che su base annua ha un trend di crescita del 50%” – ha rivelato ai microfoni di RomaToday Francesco Giontella, Head of Digital del gruppo Bernabei. 

La storica enoteca Bernabei fa boom online

Tra i prodotti più richiesti il vino, “che rappresenta il 60% degli ordini”. Subito dopo liquori, bollicine e soft drink. A catturare l’attenzione però la grande domanda di alcol etilico, con tantissime persone alla prova dell’amuchina fatta in casa (qui la ricetta per realizzarla).  

“Ad oggi è uno dei prodotti più richiesti tanto che – spiega Giontella – abbiamo dovuto raddoppiare offerta e disponibilità. Oltre a singoli consumatori anche molte farmacie si sono rivolte a noi”. 

“Un’ondata di vendite online che non ci aspettavamo” – ammette il manager di Bernabei. Così nel polo di Ostiense l’attività è frenetica, magazzinieri e runners, “questi dotati di mascherine e guanti e raccomandati ad effettuare consegne contactless, ossia senza contatto con i clienti”, lavorano a ritmo incessante. 

Dal sito liquori e bollicine gli ordini entrano di continuo. “Su Roma dal lunedì alla domenica inclusa garantiamo la consegna run, ossia in giornata. Nel resto d’Italia entro 24/48 ore, per le isole e zone remote ci prendiamo un giorno in più. Ci teniamo a rispettare i tempi indicati perché – aggiunge Giontella – attraverso la nostra comunicazione e i social ci stiamo spendendo molto per ribadire a tutti la necessità di restare a casa e non uscire se non per svolgere attività essenziali e necessarie”. 

Coronavirus, la campagna #iorestoacasa: "Se uscite...ve se bevono"

In romano, come a rimarcare le origini trasteverine, il messaggio di Bernabei: “Se uscite…ve se bevono. #iorestoacasa”, lo slogan della campagna pubblicitaria “che - spiega ancora il manager - diventerà uno striscione”. Uno di quelli da appendere al balcone come gli arcobaleni dell’andrà tutto bene

La crisi da Covid-19 dunque cambia le abitudini dei romani che riscoprono aperitivi e cene in salotto: non solo la spesa, anche il buon vino o un liquore di qualità per allietare il fine pasto arrivano a domicilio. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Su Bernabei abbiamo acquisito tanti nuovi clienti che sono al loro primissimo acquisto online: in tanti ci hanno chiesto delucidazioni su questa modalità a loro sconosciuta. Siamo convinti che dopo questo periodo di necessità – ha concluso l’Head of Digital del gruppo - il modo di acquistare e approcciare all’online cambierà radicalmente. Anche per i più scettici e diffidenti”. 

bernabei pubblicità-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Coronavirus, a Roma 38 nuovi casi. Nel Lazio 2505 i contagiati totali, oggi la metà dei morti rispetto a ieri

  • Coronavirus: 2362 positivi nel Lazio, 73 oggi a Roma. D'Amato: "Trend regionale in calo"

  • Coronavirus, 1901 casi positivi nel Lazio. A Roma trend dei contagiati in calo

  • Coronavirus: a Roma 58 nuovi positivi, 2914 casi nel Lazio. Record di guariti nelle ultime 24 ore

Torna su
RomaToday è in caricamento