L'auto dei vigili con quel megafono che sa di coprifuoco di guerra: "Non uscite dalle vostre case"

Volanti stanno pattugliando tutta Roma. Da nord a sud compreso il litorale. La strategia del messaggio echeggiato dalle volanti è mutuata dai colleghi del nord d'Italia

Volante della polizia locale (immagine d'archivio)

"Non uscite dalle vostre case". Il messaggio non è ancora arrivato chiaro a tutti i cittadini? Ci pensano i vigili urbani. Da oggi il monito ripetuto come un mantra da esperti e istituzioni, regola chiave da seguire per fermare la diffusione del coronavirus, viene lanciato dalle volanti della Polizia locale. Mentre scriviamo stanno passando in tutti quartieri di Roma, litorale compreso, e con la voce amplificata dal microfono installato all'interno della sirena, l'annuncio rimbomba per le strade deserte e arriva fino ai romani segregati in casa. 

"Siamo la polizia locale di Roma Capitale, non uscite di casa se non per le emergenze, per fare la spesa e andare a lavoro. Non uscite di casa, i trasgressori verranno denunciati". Il mezzo usato per parlare ai romani impressiona, quasi ricorda l'annuncio di un coprifuoco che scatta inviolabile, e fa parlare di stato di guerra anche a chi la guerra con le armi da fuoco non l'ha mai vissuta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Difficile non capire, eppure c'è ancora chi viene fermato fuori per aver infranto le regole. E allora la sindaca Raggi ha fatto la sua richiesta anche al corpo della Polizia locale: diffondere il messaggio in ogni modo possibile e con ogni mezzo. Una strategia quella degli annunci con il microfono dai tetti delle volanti mutuata dai colleghi del nord d'Italia, area del Paese dove sono iniziati i focolai e dove ancora oggi si registra il numero più alti di contagi e di decessi. Già avviata nei giorni scorsi per disperdere i gruppetti di runner nei parchi, ora si battono i quartieri strada per strada. 

Perché se il numero di denunce per irregolarità inflitte agli esercizi commerciali risulta in calo, non altrettanto si può dire per chi continua a muoversi ignorando le norme. Ventotto i denunciati nella giornata di ieri. E allora oltre al messaggio gridato sotto le finestre, per il prossimo weekend sono previsti più blocchi della polizia in strada. Oggi una riunione del Comando generale con i dirigenti dei gruppi territoriali. Aggiornamenti e nuove disposizione sono oramai quotidiane. Obiettivo: far rispettare la legge, e ancor prima convincere i cittadini a non muoversi, se non per lo stretto necessario. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Roma 19 nuovi contagiati: sono 3826 gli attuali positivi nel Lazio

  • Coronavirus, 20 nuovi contagi tra Roma e provincia: 3786 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 16 nuovi contagiati: nel Lazio sono 3786 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 10 nuovi contagi: sono 3635 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Omicidio suicidio a Roma: uccide la moglie e si spara dopo aver ferito il figlio

  • Coronavirus, a Roma 15 nuovi contagiati: sono 3637 gli attuali casi positivi nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento