Coronavirus, oltre mille pacchi alimentari e "spesa sospesa": così Montesacro risponde alla crisi

Iniziative di spesa sospesa da Talenti al Nuovo Salario, contributo dalla galleria commerciale Porta di Roma: “In questa emergenza sanitaria e sociale nessuno è solo”

Circa milleduecento pacchi di generi alimentari di prima necessità destinati alle famiglie e alle persone vulnerabili del III Municipio, rese ancora più fragili dall'emergenza socio-sanitaria ed economico-sociale dovute alla pandemia da Coronavrus

Coronavirus, pacchi alimentari nel centro commerciale

Così il Roma Montesacro, che sta invitando i supermercati e i mercati del territorio a partecipare ad iniziative di ‘spesa sospesa’, e la galleria commerciale Porta di Roma rispondono alla crisi. 

"Siamo contenti di questo contributo sostanzioso e concreto che ci consentirà di dare risposte immediate alle famiglie che stanno facendo richiesta allo sportello sociale del Municipio. I volontari della Protezione Civile attivi nel nostro quadrante si occuperanno di fare il pacco alimentare e di distribuirlo alle famiglie che saranno indicate dal servizio sociale municipale” – ha scritto in una nota il presidente del Municipio III, Giovanni Caudo, ringraziando il direttore della galleria commerciale, Filippo de Ambrogi, “per la sensibilità e la partecipazione che ha voluto mostrare". 

Un ennesimo esempio di “spesa sospesa” in città, “un modo – ha aggiunto Caudo - per far si che la solidarietà e il senso di comunità riprendano il sopravvento ai tempi del coronavirus, per far sentire alle persone che nessuno è solo sul proprio territorio". 

Coronavirus, spesa sospesa a Porta di Roma

Nel dettaglio ad oggi i prodotti donati e messi a disposizione da Porta di Roma sono: 972 kg di pasta (1.944 pacchi di pasta da 500 gr), 792 confezioni di conserva di pomodoro, 408 kg di sale, 144 confezioni di omogeneizzato, 96 bottiglie di olio, 150 kg di zucchero.

"In un periodo così complesso è per noi motivo di orgoglio poter aiutare delle persone in difficoltà laddove ci è possibile. Abbiamo colto immediatamente la richiesta di aiuto da parte del presidente Caudo, il quale ha manifestato una sensibilità e un'attenzione significative verso le famiglie in difficoltà all'interno del nostro Municipio, e mi ha motivato per procedere rapidamente a lanciare il nostro contributo, con il cuore" – il commento di de Ambrogi

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, la “spesa sospesa” in Municipio III

Oltre a Porta di Roma molte le adesioni all'invito del Municipio per iniziative di spesa sospesa tra i supermercati e i mercati del territorio: dai Carrefour di Prati Fiscali e di Talenti ai Castoro di Conca d’Oro e via Ugo Ojetti, ma anche i Deco di Serpentara e i Pam di piazza Vinci e via Vaglia. Una rete di solidarietà in crescita nel segno dello slogan “chi può metta, chi non può prenda”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Ho preso il muro fratellì”, l’infrazione costa cara all’ex rapper, patente ritirata ed auto sequestrata

  • Coronavirus: nel Lazio per la prima volta il numero dei guariti supera quello dei positivi

  • Tragedia a Montespaccato: ragazzo di 30 anni trovato morto impiccato nel garage di casa

  • Coronavirus, a Roma 8 nuovi contagiati in 24 ore: sono 3538 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 9 nuovi contagi: sono quindi 3554 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 3 nuovi casi in 24 ore: 3163 gli attuali casi positivi

Torna su
RomaToday è in caricamento