Coronavirus, Serie A ferma: 4 ipotesi per finire la stagione. I tifosi della Lazio non vogliono abbandonare il sogno Scudetto

Arturo Diaconale, portavoce della società biancoceleste, ha voluto ribadire che la Lazio farà in modo che il campionato possa continuare e ricominciare la corsa al primo posto

Anche la Serie A è ferma, fino al 3 aprile, per il coronavirus. La Lega Calcio, insieme alla Figc e al Coni, sta studiando "quattro ipotesi", attualmente allo stato assolutamente embrionale, in caso di ritorno alla normalità dopo il 3 aprile perché la speranza dei club "è quella di recuperare le partite di campionato oltre il 24 maggio".

L'alternativa sarebbe quella dei playoff e playout per Scudetto e retrocessioni: "E' una possibilità". Lo dice il presidente della Lega pro Francesco Ghirelli.

In caso di ulteriore stop al campionato imposto dall'emergenza, le alternative sarebbero quelle della non assegnazione o dell'assegnazione del titolo in base alla classifica di oggi. Molto dipenderà anche dalla decisione della Uefa su un eventuale slittamento degli Europei al 2021.

La Roma, che non vuole abbandonare la rincorsa alla Champions League, nel frattempo continuerà l'impegno nell'Europa League nella doppia sfida contro il Siviglia. La Lazio, invece ha annullato gli allenamenti fino al 18 marzo.

Arturo Diaconale, portavoce della società biancoceleste, ha però voluto ribadire che la Lazio farà in modo che il campionato possa continuare e ricominciare la corsa al primo posto. Ecco le sue parole a Radio Centro Suono: "Dobbiamo capire come ripartire. È facile bloccare il campionato, ma credo sia altrettanto giusto capire come passare dalla pausa e alla ripresa senza danneggiare nessuno. Questo è un problema affrontando direttamente il presidente Lotito, ai tifosi laziali dico di stare sereni e tranquilli perché non ci faremo scippare nulla. Le autorità calcistiche italiane stanno cercando di capire se far slittare gli Europei, così da recuperare le giornate rinviate. La volontà delle squadre è sempre quella di arrivare alla conclusione di campionato, altrimenti c’è il grave pericolo che possano saltare i diritti televisivi: ovvero la fonte principale di sostentamento per tutte le società. Da osservatore esterno posso dire che la totale incongruenza è la prosecuzione delle Coppe Europee, se si deve fare di tutto per evitare il contagio non si possono usare due pesi e due misure". Insomma, il sogno Scudetto può continuare

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le ipotesi per il rinvio della Serie A

  • Se si torna a giocare dopo il 3 aprile: far scivolare le giornate, sfruttando tutte le date a disposizione fino al 31 maggio

Qualora l’emergenza Covid-19 dovesse continuare:

  • Non assegnazione del titolo di Campione d’Italia e conseguente comunicazione alla UEFA delle società qualificate alle coppe europee
  • Far riferimento alla classifica maturata fino al momento dell’interruzione
  • Far disputare solo i playoff per il titolo di Campione d’Italia ed i playout per la retrocessione in Serie B

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: a Roma 39 nuovi contagiati, 4031 casi totali nel Lazio da inizio epidemia

  • Coronavirus, a Roma 45 nuovi contagiati: 3600 casi nel Lazio da inizio epidemia. "In continua crescita i guariti"

  • Coronavirus: a Roma 43 nuovi positivi, 4429 casi in totale nel Lazio da inizio epidemia

  • Coronavirus, 36 nuovi contagiati a Roma: 3186 gli attuali positivi nel Lazio. Trend per la prima volta è al 3%

  • Coronavirus: a Roma 45 nuovi contagiati. Nel Lazio 3106 gli attuali positivi, 193 sono in terapia intensiva

  • Spesa on line, consegne a domicilio, e-commerce: le attività aperte che aiutano i romani a restare a casa

Torna su
RomaToday è in caricamento