Coronavirus, a Roma 75 nuovi casi. Nel Lazio 2295 i contagiati totali, oggi 12 morti

Dai dati di Salute Lazio emerge l'aumento di casi nelle ultime 24 ore specie nella Capitale. L'impennata tocca in particolare i territori di Asl Roma 2 e Roma 3. Massima attenzione sugli istituti per anziani

Medici e infermieri monitorano lo stato di un paziente (Foto Ansa)

Salgono a 2295 i casi totali di coronavirus nella regione Lazio da inizio emergenza, secondo il report finale della giornata fornito da Salute Lazio. Ieri erano 2096. Del totale di oggi, 2013 sono i casi positivi attuali, di questi 992 in degenza ordinaria e 126 in terapia intensiva, e 895 in isolamento domiciliare. E ancora 164 sono i guariti, 9 nelle ultime 24 ore, e 118 i deceduti, 12 quelli di oggi. 

Un computo su cui pesano oggi i dati dei nuovi contagi, provenienti per lo più dall'area di Roma, dove i casi delle ultimi 24 ore sono 75, contro i 46 di ieri. Il dato della regione è il più alto in un solo giorno: 199 contagiati, contro i 195 ieri. A impennare il dato romano, il cluster legati a Rsa e centri di riposo, dove negli ultimi giorni si sta registrando un vero e proprio boom di casi.

Un quadro che ha tutta l'attenzione della regione Lazio, come ha spiegato oggi durante l'ultima odierna videoconferenza della task-force regionale l'assessore Alessio D'Amato: "Sono in totale 68 i casi odierni che fanno riferimento alle case di riposo circa 1/3 del totale e si confermano dunque situazioni sulle quali mantenere altissima l’attenzione". 
 

D'Amato: "199 casi nuovi, ma trend in leggero calo"

Se è vero che i numeri salgono, giorno su giorno, sempre l'assessore D'Amato sottolinea comunque un aspetto positivo: "Oggi registriamo un dato di 199 casi di positività e un trend in leggero calo e per la prima volta sotto il 10% ovvero al 9,5%". Resta però preoccupante la situazione nelle case di riposo. "Sono in totale 68 i casi odierni che fanno riferimento alle case di riposo circa 1/3 del totale e si confermano dunque situazioni sulle quali mantenere altissima l’attenzione".

E ancora: "Sono partite le verifiche nelle case di riposo. Continuano ad essere in aumento i guariti che nelle ultime 24 ore salgono di 9 unità arrivando a 164 totali ed è avvenuto un parto al Gemelli di una donna positiva al COVID-19 ed è andato tutto bene". Poi, prosegue l'assessore, "è partito il COVID Hospital di Tor Vergata e da oggi nella rete anche l’ospedale Israelitico. Sono usciti dalla sorveglianza domiciliare in 7.035 e sono 12 i decessi. La Regione Lazio è la quarta regione italiana per numero di tamponi: ne sono stati effettuati oltre 22 mila. Uno sforzo enorme, superando di gran lunga regioni che hanno molti più casi positivi". 

Nuove assunzioni di medici e infermieri

Mentre arrivano nuove assunzioni per rinforzare il personale medico nelle strutture ospedaliere del territorio. Ne dà notizia l'assessore D'Amato: "Nella Regione Lazio abbiamo fatto ad oggi 811 assunzioni: di cui 329 sono medici, 378 infermieri e il restante sono altre professioni sanitarie". 

Il bollettino dello Spallanzani del 27 marzo 

Lo Spallanzani, nel bollettino odierno, spiega la situazione nell'istituto: "I pazienti Covid-19 positivi nella nostra struttura sono in totale 202. Di questi, 25 pazienti necessitano di supporto respiratorio. In giornata sono previste ulteriori dimissioni di pazienti asintomatici o paucisintomatici. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono a questa mattina 136".

Coronavirus: gli ultimi dati delle Asl di Roma e provincia 

Asl Roma 1: 12 nuovi casi positivi. 4 pazienti sono guariti. 762 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. Entro domani saranno attivati 20 posti letto covid19 al padiglione D dell’Ospedale San Filippo Neri. Ulteriori 10 posti letto di terapia intensiva l’1 Aprile. Attivo servizio psicologico per cittadini e operatori

Asl Roma 2: 33 nuovi casi positivi di cui 28 riferiti al cluster della Casa di Cura Giovanni XXIII e 2 al Cluster della comunità dei Padri Paolini. 2 pazienti sono guariti. 34 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. All’Ospedale Pertini disponibili ulteriori 32 posti letto da lunedì 30 Marzo, di cui 10 di terapia intensiva. Entra nella rete Covid anche l’Ospedale Pertini

Asl Roma 3: 30 nuovi casi positivi di cui 18 riferibili al cluster della RSA Villa Giulia. 6 pazienti sono guariti. 730 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. Si sta attrezzando il piano terra dell’Ospedale Grassi per attivare ulteriori 25 posti letto dedicati, di cui 8 di terapia intensiva

Asl Roma 4: 14 nuovi casi positivi. 3 pazienti sono guariti. Deceduti 2 uomini di 60 e 63 anni con patologie preesistenti. 976 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. L’Ospedale San Paolo ha trasformato il reparto di medicina in reparto dedicato a #covid19 con 24 posti attivi che diventeranno 40 entro la prossima settimana

Asl Roma 5: 17 nuovi casi positivi di cui 2 alla Casa di Riposo di San Polo dei Cavalieri che sono stati ricoverati. 1071 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. Da domani disponibili ulteriori 18 posti di terapia intensiva. L’Ospedale di Palestrina viene inserito nella rete dedicata a covid19 con 60 posti letto di cui 4 posti di terapia intensiva

Asl Roma 6: 14 nuovi casi positivi. 47 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. All'Ospedale dei Castelli saranno attivati ulteriori 70 posti dedicati. Entro domani alle 14:00 disponibili ulteriori 9 posti

Asl Frosinone: 29 nuovi casi positivi di cui 8 alla Casa di Cura Ini - Città Bianca di Veroli e 4 al San Raffaele di Cassino. 4 decessi: uomo di 72 anni, donna di 85 anni e donna di 59 anni all’Ospedale di Frosinone e uomo di 68 a Cassino. Tutti avevano patologie pregresse. 5 pazienti sono guariti. 128 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. All’Ospedale Spaziani di Frosinone da attivare ulteriori 5 posti letto di terapia intensiva. Casa di Riposo di Fiuggi: si stanno trasferendo i pazienti positivi in altre strutture

Asl Latina: 13 nuovi casi positivi. 2318 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. All'Ospedale di Gaeta operativi 12 posti letto dedicati. All’Ospedale Goretti di Latina da martedì 31 Marzo saranno attivati 6 posti di rianimazione covid19. Da attivare ulteriori 68 posti letto

Asl Rieti: 21 nuovi casi positivi. Deceduta una donna di 73 anni con patologie preesistenti. 14 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. Entro domani saranno attivati ulteriori 18 posti letto e 2 posti di terapia intensiva covid19 all’Ospedale De Lellis. Partiti i controlli su 5 case di riposo del territorio

Asl Viterbo: 16 nuovi casi positivi. 955 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. Attivati ulteriori 30 posti di malattie infettive e ulteriori 12 posti di terapia intensiva entro il 30 Marzo all’Ospedale Belcolle. Si sta attivando il reparto di ostetricia dedicato a donne covid19 positive

Coronavirus, tutte le notizie di oggi

"In ospedale lavoratori pulizie e vigilanza senza protezioni"

E' guerra sinadacati-Ama: l'appello al Prefetto

Pomezia, morto un uomo. Il Sindaco: "Tragica notizia"

Epidemia scoppiata in una palestra sul lago di Manziana

Ai Castelli Romani attivato il servizio psicologico

Da Termini a Portuense: bagni chimici riservati ai taxi

Gazometro illuminato con il tricolore

Coronavirus: così cambia il lavoro per gli operatori delle ambulanze

Mascherine fai da te vendute abusivamente: commerciante nei guai

L'orario ridotto non basta: supermercati chiusi la domenica

Video: l'iniziativa solidale di un sarto della periferia

Il porto di Civitavecchia chiude ai passeggeri dalla Spagna

Nerola zona rossa: isolato il paese

La lista dei ristoranti che consegnano a domicilio 

A Torre Maura regalano 4000 mascherine al giorno

A Tor Bella Monaca cuoca per passione cucina pranzo per i vicini

Il piano per sanificare le strade di Ama

Aeroporto di Fiumicino: Terminal 3 a mezzo servizio

Il coronavirus fa tremare Atac: dipendenti in cassa integrazione  

Il 58% delle imprese romane non ridurrà i propri livelli occupazionali  

La morte di Emanuele accende il faro sui call center  

Allarme case di riposo: 68 nuovi contagiati in 24 ore

Sono 68 i nuovi casi positivi di coronavirus, nelle ultime 24 ore, che provengono dalle case di riposo e che rappresentano un terzo dell'aumento giornaliero (199 i casi totali) sull'intera regione. Andando nel particolare, a Roma, la Asl RM 2 ha fatto registrare 33 nuovi positivi di cui 28 riferiti al cluster della Casa di Cura Giovanni XXIII.

Coronavirus: 118 i morti nel Lazio

Complessivamente, nel Lazio, sono 118 le persone decedute. Tra loro anche un 33enne del Montenegro, morto all'ospedale Spallanzani. Sul suo corpo non verrà effettuato l'esame autoptico: è la vittima più giovane del Lazio. 

Un dramma che riporta alla mente un'altra giovane vittima, Emanuele, il 35enne di Cave morto a Tor Vergata a causa del Covid-19. In questo caso l'autopsia non ha lasciato dubbi: è morto per coronavirus

Nel Lazio eseguiti 22 mila tamponi 

Il Lazio, secondo i dati, è la quarta regione italiana per numero di tamponi: ne sono stati effettuati oltre 22 mila. "Uno sforzo enorme, superando di gran lunga regioni che hanno molti più casi positivi. - si legge in una nota - Inoltre il Lazio è stata l'unica regione a varare un documento per la sorveglianza degli operatori sanitari per il quale si prevede di effettuare il test su ogni operatore considerato a riachio. Adesso è allarme per forniture kit estrazione rna e dna da parte delle società fornitrici, vi è un accaparramento a livello mondiale".

Coronavirus, inizia la fase tre a disposizione 450 in terapia intensiva

Nel frattempo con il documento firmato giovedì è partita la terza fase di gestione dell'emergenza Covid-19 nel Lazio. Il sistema sanitario regionale mette a disposizione 2 mila posti letto di degenza ordinaria e 450 posti di terapia intensiva di fatto raddoppiando il numero delle terapie intensive e andando oltre la previsione nazionale del 50%.

A spiegarlo è l'assessore alla sanità nel Lazio Alessio D'Amato: "La terza fase prevede inoltre che l'Ares 118 adatti la propria rete alla rete COVID-19 differenziando al triage i pazienti sospetti nei diversi livelli di rete. La richiesta di trasferimento dei pazienti avviene tramite piattaforma dedicata gestita dall'Ares 118 con il coordinamento della task-force regionale. Sono ridefinite inoltre temporaneamente le reti tempo-dipendenti fino alla fine dell'emergenza. E' uno sforzo straordinario, ma indispensabile per garantire l'assistenza in questa fase di emergenza. Non bisogna abbassare la guardia".

Nerola zona rossa: arriva il camper dei medici di famiglia

Nerola, piccolo comune della provincia di Roma, è invece diventato 'zona rossa' a causa dell'impennata del numero dei contagi da coronavirus, per via dell'emergenza alla casa di riposo Maria Immacolata - è presente un camper attrezzato e medicalizzato con a bordo medici e infermieri volontari.

"Così è svolto un'importante lavoro da parte dell'equipe dell’Ordine dei Medici di Roma a Nerola con il camper. Hanno eseguito numerosi tamponi e collaborato all’indagine epidemiologica per individuare i contatti stretti. I medici hanno visitato in sicurezza diversi cittadini e questa è un’esperienza davvero importante che verrà resa sistematica per far sentire meno soli i cittadini, soprattutto le persone anziane, anche alla luce del fatto che a Nerola due medici di medicina generale sono stati posti in sorveglianza domiciliare", ha sottolineato D'Amato.

A Nettuno aumentano i carabinieri positivi al Covid-19

La Asl Roma 6, costantemente in contatto con il sindaco di Nettuno Alessandro Coppola, ha informato che i tamponi effettuati sui carabinieri colleghi del militare risultato positivo il 21marzo scorso, sono risultati negativi tranne che per due casi.

Uno, oltre ai due comunicati, è risultato positivo al Covid-19 ed è stato preso in carico dalla Asl di Latina competente vista la residenza del soggetto nel capoluogo puntino, mentre un altro dovrà ripetere il tampone che ha dato esito nullo per un errore di laboratorio.

Ospedale di Palestrina convertito in Covid hospital

La Direzione Strategica della ASL Roma 5, insieme all‘assessorato alla Salute della Regione Lazio, ha determinato di convertire il Presidio Ospedaliero (PO) di Palestrina in Covid hospital. Una scelta che è stata operata in base a criteri tecnici che hanno portato a preferire, tra i presidi Ospedalieri della ASL Roma 5, il PO di Palestrina – invece di quello di Monterotondo, sul quale erano stati fatti precedenti approfondimenti – che garantisce gli stardard di sicurezza per i pazienti Covid-19.

Il presidio di Palestrina sarà quindi dedicato esclusivamente alla cura dei pazienti affetti da coronavirus, che garantirà 60/80 posti letto, pertanto ogni altra prestazione sanitaria no-Covid è delegata agli altri ospedali della rete.

Arrivate oltre 3.5 milioni di mascherine per la protezione civile

Alle ore 9:52 italiane (16:52 ora locale) del 26 marzo, dall'aeroporto di Shanghai, è partito il primo volo speciale gestito da Rif Line e operato da Alitalia, su autorizzazione della Presidenza del Consiglio dei ministri, con a bordo oltre 3.5 milioni di mascherine indirizzate alla Protezione Civile italiana. Il charter, diretto all’aeroporto di Roma Fiumicino, è atterrato alle 21:45 circa, ora italiana.

Un carico prezioso, in arrivo nella settimana cruciale, durante la quale sarà possibile vedere concretamente i risultati delle misure di contenimento del contagio del coronavirus. Giorni difficili per medici, infermieri e operatori della protezione civile, che devono portare avanti il proprio lavoro nonostante la scarsa disponibilità di dispositivi per la protezione individuale, come le mascherine. Con il supporto di Alitalia, Rif Line è riuscita ad organizzare in tempi record la spedizione di questo importante carico.

La Chiesa Cristiana Evangelica cinese dona mascherine alla Polizia e al VII Municipio

Nei giorni scorsi, sono state distribuite gratuitamente ai cittadini romani, cliniche e Municipi, circa 180 mila mascherine da parte di alcune chiese cristiane evangeliche cinesi. Tra queste anche quella di via Assisi convenzionata con l'Unione cristiana evangelica battista d'Italia dal 1996 e che oggi pomeriggio ha donato 1000 mascherine sia al VII Municipio alla presenza di Presidente e Vice Presidente che a rappresentanti dei Commissariati di Polizia di Tuscolano e Romanina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Articolo aggiornato alle 18:15 del 27 marzo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Ho preso il muro fratellì”, l’infrazione costa cara all’ex rapper, patente ritirata ed auto sequestrata

  • Omicidio suicidio a Roma: uccide la moglie e si spara dopo aver ferito il figlio

  • Coronavirus, a Roma 10 nuovi contagi: sono 3635 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 16 nuovi contagiati: nel Lazio sono 3786 gli attuali casi positivi

  • Coronavirus, a Roma 15 nuovi contagiati: sono 3637 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma 9 nuovi contagi: sono quindi 3554 gli attuali casi positivi nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento