Coronavirus Garbatella, trovati altri 4 casi positivi. Tutti i numeri del focolaio nel palazzo occupato

Trasferiti tutti i casi positivi riscontrati nello stabile ex Asl di piazza Attilio Pecile. Negli alberghi Covid quasi la metà degli occupanti

Alla Garbatella c’è un immobile che, da due giorni, è osservato speciale. SI trova in piazza Attilio Pecile, a pochi passi dall’ex Air Terminal di Ostiense. Il palazzo è occupato e tutte le persone che lo abitano, 108 in tutto, sono state sottoposte a test sierologici e tamponi.

Il totale dei positivi

La Regione Lazio, nel primo pomeriggio del 14 giugno, ha indicato i risultati degli ultimi esami condotti sugli inquilini dell’immobile. Sono 4 i positivi individuati al termine degli ultimi tamponi e già dalla serata di sabato 13 giugno sono stati trasferiti. Si sommano ai 9 precedentemente confermati dalla Asl Rm2, per un totale di 13 casi positivi al nuovo Coronavirus.

La gestione del focolaio

Attualmente il focolaio della Garbatella resta sotto osservazione ma la Regione fa sapere che “il cluster di piazza Pecile è chiuso”. All’interno dell’edificio “non c’è nessun caso positivo” ed in totale dal palazzo sono state trasferite 52 persone tra i positivi ed i negativi. Nell’immobile non tutti gli alloggi sono dotati di servizi igienici. Di conseguenza, sotto la guida degli operatori dell’Asl Rm2, sono stati riorganizzati gli spazi, soprattutto al secondo ed al quinto piano, per garantire un efficace isolamento agli occupanti che non sono risultati positivi. Le persone che non hanno potuto beneficiare di locali adeguati, di conseguenza, sono stati trasferiti negli alberghi Covid della Capitale. Sono invece 49 le persone, tutte negative, rimaste nel palazzo. Sono poste sotto sorveglianza dalla Asl Rm 2.

Il covid a Garbatella

Nel palazzo della Garbatella, ex sede dell’azienda sanitaria locale, il 12 giugno era stata riscontrata la presenza del Covid 19.  Già dalla giornata di venerdì 12 i primi esami effettuati avevano permesso di riscontrare la positività di un minore che, di conseguenza, è stato accompagnato con i propri famigliari all’ospedale Bambin Gesù. Sono seguiti test seriologici e tamponi su 108 persone, ovvero su quante sono risultate essere quelle che occupavano il palazzo di piazza Pecile. L'edificio, sin dalla data del 12 giugno, è stato inoltre presidiato dalle pattuglie delle forze dell'ordine

La storia dell'occupazione

Il palazzo di piazza Attilio Pecile è stato trasformato in un’occupazione nel corso dello Tsunami tour dell’aprile 2013. In quella circostanza, i movimenti per il diritto alla casa, occuparono una dozzina di immobili pubblici nella Capitale. Decine di famiglie, con l'occasione, entrarono in possesso dell’edificio della Garbatella che, in precedenza, era stato una sede della Asl Roma C. Oggi, nell'immobile, abitano un centinaio di persone. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Articolo aggiornato il 14 giugno alle ore 15:30
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Coronavirus Roma, positivi al test sierologico dipendenti del Comune: martedì sanificazione degli uffici

  • Coronavirus Fiumicino, dopo ristorante chiuso un chiosco sul lungomare: positivi i titolari del locale

  • Coronavirus: a Roma 5 nuovi contagi, altri 8 a Fiumicino. Sono 827 gli attuali casi positivi nel Lazio

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Coronavirus, a Roma 6 nuovi casi: positivi anche due senza fissa dimora. Nel Lazio 841 gli attuali contagi

Torna su
RomaToday è in caricamento