Coronavirus, a Fiumicino positivo dipendente di un ristorante. Il sindaco: "Tampone e isolamento per i clienti"

"Tutti coloro che lo hanno frequentato a partire dal giorno 21 giugno devono recarsi alla Asl di via Casal Bernocchi ad Acilia per sottoporsi al tampone e rimanere, da subito, in isolamento"

Il coronavirus torna ad affacciarsi a Fiumicino. La Asl RM3 ha comunicato nella giornata di venerdì 26 giugno che un dipendente del ristorante Indispensa Bistrot che si trova accanto al Comune di Fiumicino, è risultato positivo al coronavirus. Ad annunciarlo è il sindaco Esterino Montino: "Il locale è stato chiuso e lo rimarrà fino a nuove disposizioni della Asl".

Coronavirus Fiumicino: indicazioni per i test

Montino ha quindi dettato quella che sarà la linea guida per la macchina dei controlli: "Tutti coloro che hanno frequentato il locale a partire dal giorno 21 giugno devono recarsi presso il Drive-in di Casal Bernocchi, in via Villa di Cilone, per effettuare il tampone naso-faringeo. Per tutti vige l'obbligo di attenersi alle misure di isolamento domiciliare fiduciario fino a che non si avranno i risultat​i".

"Anche i familiari dei clienti del locale devono rimanere in isolamento fino a quando non avranno il risultato del tampone del familiare interessato - conclude il sindaco -. Chiedo a tutti la massima collaborazione e di seguire scrupolosamente queste indicazioni". 

Per fare il test, spiega Montino, "non è necessario andarci immediatamente, anche perché in questo momento c'è una lunga fila di persone che si sono già portate sul posto per effettuare lo stesso tipo di esame. E' possibile, invece, diluire le presenze nei prossimi giorni. Il personale della Asl RM3, infatti, sarà sul posto anche domani, sabato 27 giugno, domenica e lunedì dalle 8.30 alle 14". La Asl di via Casal Bernocchi 61, inoltre, è aperta dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 20.

Le dichiazioni dell'assessore 

E che sia disposta la sospensione dell'attività commerciale e la presentazione dei contatti come disposto da ordinanza regionale, lo conferma anche l'assessore alla sanità nel Lazio Alessio D'Amato: "Tale documentazione è fondamentale per contattare le persone e richiamarli al test presso il drive-in di Casal Bernocchi. Voglio rivolgere un invito a tutti i ristoratori al rispetto dell'ordinanza che prevede che venga richiesto per ogni tavolo almeno un recapito telefonico, tale disposizione in questa circostanza è fondamentale per il tracciamento dei contatti".

Un appello condiviso anche da Montino stesso: "A tutti i cittadini e agli esercizi commerciali, in particolare ai ristoranti e ai locali di intrattenimento, agli stabilimenti balneari, chiedo di rispettare rigorosamente le regole, il distanziamento, l'uso delle mascherine e degli igienizzanti, ma è fondamentale che i gestori prendano anche i nomi e i recapiti delle persone presenti nel locale stesso. Si tratta di un provvedimento molto importante per controllare la situazione. Lo ribadisco: non si deve assolutamente sottovalutare nulla in questa fase e vi deve essere il massimo rispetto delle regole".

Ultimi casi a Fiumicino

Due giorni fa la Regione Lazio aveva fatto sapere di "un secondo caso, a distanza di 48 ore dal primo, di un positivo proveniente da Dacca (Bangladesh). L'uomo era partito dal Bangladesh e atterrato a Fiumicino con scalo a Doha. Sono state avviate tutte le procedure del 'contact tracing' internazionale e la segnalazione del caso al ministero della Salute per la verifica dei controlli agli imbarchi".

Oggi, sempre da quel filone nella Asl Roma 2 si registrano due casi di rientro dalla nazione asiatica: per entrambi è stato avviato il contact tracing internazionale e la segnalazione anche al Ministero dei Trasporti per le necessarie verifiche sui controlli all'imbarco.

Coronavirus: i numeri utili dal comune di Fiumicino

"In caso di comparsa dei sintomi compatibili con un quadro di Covid-19 (febbre, tosse, mialgia, difficoltà respiratoria, congiuntivite, diarrea, vomito, malessere generale) nel periodo di isolamento o nei 14 giorni successivi all’ultimo accesso al locale, allo scopo di contenere l'eventuale contagio, si raccomanda che la persona interessata chiami il medico curante e, se necessario, i numeri dedicati:  1500 (numero nazionale),800118800 (numero regionale), 3336107008 o 33336107007 o 3387916706 (numeri ASL Roma3) per avere indicazioni", si legge in una nota del Comune di Fiumicino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Articolo aggiornato alle 17:56 del 26 giugno

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento