Coronavirus, disegni e selfie dei bambini di Fiumicino: "Andrà tutto bene"

"Sono convinto che insieme, grazie anche allo splendido esempio che ci forniscono proprio i nostri bambini, supereremo questo momento", ha detto Montino

Un arcobaleno dai colori brillanti e l’incitazione a stare tranquilli, perché tutto "andrà bene". Al tempo del coronavirus le sorprese più belle arrivano dai più piccoli, dai tantissimi bambini e bambine di Fiumicino costretti a casa dalla situazione emergenziale che stiamo vivendo in questi giorni.

"Questa iniziativa, nata spontaneamente fra loro e sposata anche da moltissime insegnanti, di tappezzare finestre, cancelli, magliette e molto altro con i loro disegni la trovo non solo bellissima, ma una vera e propria iniezione di fiducia in un momento difficile per tutti e tutte", dichiara il sindaco di Fiumicino Esterino Montino.

"Sono convinto – prosegue – che insieme, grazie anche allo splendido esempio che ci forniscono proprio i nostri bambini, supereremo questo momento e tutto andrà bene! Continuate così, inviate le foto dei vostri lavori e seguiteremo a pubblicarle sulla pagina Facebook del Comune, previo consenso dei vostri genitori".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nle frattempo il Comune ha messo a disposizione un servizio di emergenza per assistere i cittadini anziani, malati o con disabilità che abbiano esigenze di approvvigionamento di beni di prima necessità, quali farmaci o generi alimentari, per i quali non riescano a provvedere autonomamente poiché impossibilitati a muoversi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, nel Lazio 1728 casi: 17 decessi nelle ultime 24 ore. Tre cluster preoccupano la Regione

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Morto a 35 anni di Coronavirus, paura tra i colleghi di Emanuele: il call center chiude, la Regione spiega

  • Coronavirus, a Tor Vergata muore un 35enne: non aveva patologie pregresse

Torna su
RomaToday è in caricamento