Dal Verano al Flaminio cimiteri in abbandono: "Pronti a denunciare Ama e Comune"

La diffida alla municipalizzata da parte del Comune, con allegato un documento video che testimonia le condizioni dei due cimiteri romani

Cimitero del Verano

Non solo strade e marciapiedi. Nel caos dei servizi Ama finiscono pure i cimiteri. Erba alta, tronchi tagliati e mai rimossi, recinzioni crollate, intonaci distaccati, rifiuti sparsi. Verano e Flaminio, i due cimiteri principali della Capitale, sembrano città fantasma. La denuncia, documentata con un video (vedi in basso), arriva dal Codacons, indirizzata ad Ama e Comune. Si va dai "vialetti difficilmente percorribili perché dissestati da voragini e buche" del Flaminio, dove tre palazzine sono parzialmente chiuse dallo scorso gennaio, alle "lapidi distrutte, ponteggio abbandonati e vasi rovesciati" del Verano. 

"I servizi cimiteriali di Roma Capitale siano affidati ad Ama S.p.a. - ricorda l'associazione dei consumatori - in forza del contratto di servizio per le annualità 2018-2023 approvato con delibera della Giunta Capitolina del 30/05/2018. Ai sensi dell’art. 6, co. 2, lett. n) del succitato Contratto, Ama s.p.a. è tenuta a garantire il decoro, e la pulizia con adeguati livelli di igiene e salubrità dei luoghi, attraverso la manutenzione delle aree verdi, delle alberature, della rete viaria, degli impianti ubicati all’interno di tutti gli undici Cimiteri Capitolini, anche attraverso il ricorso a procedure di gara pubblica nel rispetto della normativa vigente in materia di appalti pubblici".

Da qui la diffida di Codacons che, in assenza di interventi rapidi di ripristino del decoro, si trasformerà presto in denuncia. "Dopo le strade di Roma invase dai rifiuti, ora anche i cimiteri capitolini versano in uno stato di totale abbandono che genera degrado e realizza un pericolo per la pubblica incolumità, dimostrando possibili omissioni sul fronte del controllo e della vigilanza – denuncia il presidente Carlo Rienzi - Per tale motivo abbiamo diffidato formalmente Roma Capitale e Ama S.p.a. a provvedere immediatamente a porre rimedio alla situazione di degrado che attanaglia i due cimiteri, adottando ogni atto opportuno a tutelare la sicurezza e l’incolumità della collettività. In assenza di riscontro, saremo costretti a denunciare l’azienda e l’amministrazione per i danni prodotti ai cittadini".


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

  • Quando si possono riaccendere i termosifoni? Ecco date e orari

Torna su
RomaToday è in caricamento