Centro di primissima accoglienza per i minori non accompagnati, firmato protocollo d'intesa

L'intesa firmata tra la Questura di Roma, il Dipartimento Politiche Sociali del Comune di Roma e la Polizia Locale Roma Capitale

Con la firma del protocollo d’intesa tra la Questura di Roma, il Dipartimento Politiche Sociali del Comune di Roma e la Polizia Locale Roma Capitale, è stato dato avvio alla nuova procedura da attuare nei casi in cui un minore, trovato sul territorio della capitale, in situazione di difficoltà debba essere accolto e protetto.

 La nuova procedura, applicabile quindi anche ai minori stranieri non accompagnati, prevede l’istituzione di un Centro di Primissima Accoglienza (CPsA), gestito dal Dipartimento  Politiche Sociali, all’interno del quale lavoreranno educatori, mediatori culturali, assistenti sociali e psicologi, presso il quale il fanciullo verrà collocato appena ultimata, se strettamente necessaria, l’identificazione.

Il protocollo si prefigge di snellire in maniera drastica i tempi burocratici per l’individuazione di strutture idonee all’accoglienza ottenendo così il duplice risultato di una tutela più consona alle condizioni del minore ed una drastica riduzione dell’attesa per le pattuglie della Polizia di Stato che, in tempi brevi, potranno riprendere il controllo del territorio. 

Questore Guido Marino-3

Protocollo intesa minorenni 2-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento