Carta d'identità, il Comune esulta: "Da luglio tempi di attesa dimezzati" 

I numeri dell'amministrazione capitolina a seguito della riorganizzazione del servizio negli uffici anagrafici

Ufficio anagrafico

"Riduzione del tempo di attesa medio del 49 per cento, da 114 giorni di luglio ai 58 giorni risultanti dalla rilevazione odierna e incremento della produttività media giornaliera di carte d'identità elettroniche per postazione, al 30 novembre, pari a 35 per cento rispetto al mese di settembre". E' il bilancio tracciato dall'amministrazione comunale a seguito di alcuni interventi messi in campo negli uffici anagrafici per la riorganizzazione del servizio di rilascio della carta d'identità.

Dopo i tanti disservizi rilevati nei mesi scorsi dai cittadini, con tempi di attesa lunghissimi per avere un appuntamento allo sportello, il Comune è corso ai ripari rimodulando gli orari e spostando il personale. E ora rileva un nuovo "trend positivo frutto di una importante riorganizzazione del lavoro nonchè di un intenso lavoro di monitoraggio e presidio delle attività dei Municipi". L'assessore alla Roma Semplice Flavia Marzano promette ulteriori interventi nei primi mesi del 2019. 

In generale il piano di intervento ha compreso "dall'aumento del numero di postazioni per il rilascio della carta d'identità elettronica (da 100 alle attuali 125, fino a 145 nei primi mesi del 2019), all'incremento del 30% del numero di dipendenti addetti al rilascio assegnati alle strutture (41 in totale, per i quali sono in corso le procedure per l'assegnazione delle deleghe necessarie), all'obbligo di almeno 5 postazioni esclusivamente dedicate alla carta d'identità elettronica per ciascun Municipio, l'apertura pomeridiana degli sportelli nelle giornate di martedì e giovedì in numero uguale a quelli disponibili di mattina.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Esultano perché hanno dimezzato i LORO tempi, non male. Se adesso li rendessero anche decenti, esulteremmo anche noi.

  • Avatar anonimo di Valerio
    Valerio

    Leggendo l'articolo mi pare che esultino solo i cittadini e il giornalista incredulo che si potesse migliorare la macchina amministrativa senza regalare poltrone o fare costose esternalizzazioni. L'assessore conferma, nell'incredulità del giornalista abituato all'arrogante superbia dei "competenti" di prima, che c'è ancora tanto da fare.

  • Esultiamo, concittadini, esultiamo. Facciamoci vedere felici anche se ci spernacchiano da tre anni.

  • C'è poco da esultare

  • Sono stata proprio ieri in circoscrizione per rinnovare la ci di mio marito. Prenotazione fatta a fine agosto col nuovo sistema informatico del Ministero degli interni. Non mi sembra ci sia stato alcun cambiamento da quando l'ho fatta io con la vecchia prenotazione Tupassi. Anzi, quando l'ho fatta io sono stati puntuali al minuto. Ieri appuntamento alle 11 accettazione alla postazione ore 12 c.ca. Naturalmente un po di confusione e' data dal fatto che molti si presentano con largo anticipo (forse sperando di fare prima). Il punto cruciale, a detta della persona incaricata di spuntare gli arrivi sulla lista degli appuntamenti, e' dato dal fatto che gli uffici comunali aprono alle 8,30 mentre il ministero degli interni ha iniziato a dare appuntamenti a partire dalle 8. Gia' questo crea un ritardo in partenza. L'altra cosa, sempre a detta dell'incaricato alla spunta, e' che sono assegnati tre appuntamenti ogni quarto d'ora, vale a dire un utente ogni 5 minuti. Se e' cosi' il caos e' inevitabile perche' ogni persone che deve rinnovare la ci sta almeno 10 minuti seduta davanti all'impiegato il quale deve: compilare il modulo, scannerizzare la foto, prendere l'impronta digitale, compilare una qualche modulistica al computer, rilasciare e timbrare la ricevuta. Se poi capita un intoppo, come e' successo ieri, che il rilevatore di impronta digitale ...non rileva...ecco che i 5 minuti assegnati ad ogni pratica vanno a farsi benedire. Credo manchi, in linea generale, un esperto di organizzazione.

  • La carta d'identità è a tutti gli effetti un documento rilasciato A VISTA, vale a dire che te lo danno subito. L'assessore alla Roma Semplice di cosa esulta esattamente quindi? Considerando poi che è una sperimentazione che hanno voluto avviare proprio loro in alcuni municipi "fortunati", mah. Ma poi sul serio abbiamo un assessore alla Roma Semplice? Ma daaaaai, già il nome fa ridere! Poltronificio a go-go, targato 5 stelle.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Lo sciacallo della Tiburtina incastrato da un tatuaggio: "Ora perderò il posto di lavoro?"

  • Politica

    Rifiuti a Saxa Rubra, è 'cortocircuito' grillino: così il XV ha risposto 'No' ad Ama e Comune

  • Cronaca

    "Sono caduta", "mi ha morso il cane": le scuse per nascondere 13 anni di violenze

  • Incidenti stradali

    Incidente in A1 tra auto e camion: eliambulanza sul posto. Tre feriti, uno è grave

I più letti della settimana

  • Tor Pignattara: cadavere trovato in strada, è morto Saor il trapper di Centocelle

  • Pesciolini d'Argento: cosa sono, come si formano e i segreti per eliminarli

  • Roma, maratone ed eventi sabato 18 e domenica 19 maggio. Strade chiuse e bus deviati

  • Incidente sulla via Tiburtina: investito da un tir, morto un ciclista

  • Ciclista morto su via Tiburtina, sciacalli rubano il portafogli e prelevano 500 euro

  • Ciclista investito, ucciso e derubato su via Tiburtina: preso lo sciacallo

Torna su
RomaToday è in caricamento