Sanità: in Valle Aniene riattivati ambulatorio ginecologico e presidio per i prelievi del sangue

Entrambi i traguardi sono stati favoriti e consentiti dall’impegno e dalla disponibilità di Direttori, responsabili, professionisti e degli operatori

Immagine di archivio

Due “ripristini” importanti nell’ambito della sanità tra Vicovaro e Subiaco: nel primo caso è stato riattivato il servizio prelievi e nel secondo caso è stato riaperto l’ambulatorio ginecologico per due giorni al mese con un contatto diretto e costante con il reparto di ostetricia e ginecologia di Palestrina. Entrambi i traguardi sono stati favoriti e consentiti dall’impegno e dalla disponibilità di Direttori, responsabili, professionisti e degli operatori. 

Il servizio prelievi nel presidio di Vicovaro largo Cesare Battisti

Presso il presidio medico di Vicovaro, i prelievi verranno effettuati il secondo lunedì ed il quarto lunedì di ogni mese a partire dalle ore 8.00 alle ore 10.00. Si tratta di un servizio rivolto a cittadini che hanno superato il 65esimo anno di età e sono esenti da ticket per patologia, invalidità civile, servizio, lavoro, di guerra e reddito.

L’ambulatorio ginecologico a Subiaco

È stato riaperto l’ambulatorio ginecologico presso l’ospedale Angelucci di Subiaco. Nella struttura due volte al mese (martedì alterni suscettibili di variazioni) è possibile effettuare ecografie e visite ostetriche e ginecologiche e tutti i controlli relativi alle patologie cervico-vaginali. Inoltre, è possibile prenotare tramite il CUP dell’ospedale o direttamente in ambulatorio. In più è stato attivato un servizio di contatto diretto con il reparto di Ostetricia dell’ospedale di Palestrina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blocco traffico: a Roma oggi niente auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • Blocco auto: chi può circolare a Roma domani 19 gennaio

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Le mani della 'Ndrangheta su San Basilio: spaccio modello Scampia da 15.000 euro al giorno

  • Sfratti, Marina e i suoi 4 figli da oggi sono per strada: "Il Comune non paga più il buono casa"

  • Smarrita a 4 anni alla stazione Termini: rintracciata dalla polizia e riaffidata ai genitori

Torna su
RomaToday è in caricamento