Al circolo canottieri Lazio vince la solidarietà con la prima edizione del charity match "Il fiume per i bambini"

I circoli storici della Coppa dei Canottieri battono i medici e il personale dell’Ospedale Pediatrico del Bambino Gesù, in una partita speciale a sostegno della nuova campagna umanitaria della Fondazione Bambino Gesù Onlus “Frammenti di luce”.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Finisce 4 a 3 per i Circoli Storici della Coppa dei Canottieri Zeus Energy la I^ edizione del Charity Match “Il fiume per i bambini” a sostegno della nuova campagna umanitaria della Fondazione Bambino Gesù Onlus: “Frammenti di luce”. I bianchi battono con un solo punto di scarto la rappresentanza dei medici e del personale dell’Ospedale Pediatrico del Bambino Gesù, mettendo in campo tanti sorrisi e un pizzico d’agonismo. A dare il calcio d’inizio di questo incontro speciale il Presidente del Circolo Canottieri Lazio Paolo Sbordoni e la dottoressa Antonella Contella della Fondazione Bambino Gesù Onlus. Partita equilibrata in cui a vincere è stata la solidarietà. Al termine la consegna delle coppe a entrambe le squadre e poi tutti a cena al Canottieri Lazio. Anche questa volta lo chef Settimio Scacco non ha lasciato nulla al caso prediligendo un menù fresco e adatto agli atleti. A farla da padrone gli agrumi: dal risotto al limone ai filetti di pollo all’arancia. E per concludere una fresca mousse di cocomero e menta. L’intero ricavato della cena verrà consegnato durante la cena di gala di martedì 23 luglio della 55ma Coppa dei Canottieri Zeus Energy e devoluto all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma per sostenere “Frammenti di Luce”, la nuova campagna umanitaria della Fondazione dedicata alla cura di bambini che nei loro Paesi non avrebbero alcuna possibilità di cura, affetti da gravi malattie o feriti da armi da guerra, e all’accoglienza delle famiglie coinvolte nelle lungodegenze.

Torna su
RomaToday è in caricamento